Erodoto descrive i. Babilonesi

Μέγεθος: px
Εμφάνιση ξεκινά από τη σελίδα:

Download "Erodoto descrive i. Babilonesi"

Transcript

1 Babilonia Storia Società Economia Erodoto descrive i Divinità Babilonesi Medicina Versioni Curiosità Oggi Bibliografia

2 Citta` Erodoto descrive a fu costruita: i Babilonesi erano soliti scavare dei fossati per determinare il limite della città e con la terra estratta, una volta lasciata secclungo la grande Babilonia e come are e cotta, producevano dei mattoni. Con questi mattoni, alternati ogni trenta ordini a graticci di canne, costrirono prima le sponde della fossa e poi le mura della città. Babilonia è divisa in due parti dal fiume Eufrate ed è piena di palazzi a tre o quattro piani che si affacciano su vie strette e diritte. Al centro della città si trovavano il palazzo imperiale e il tempio dedicato a Baal, suprema divinità solare babilonese. Numerose porte, inetramente costruite in bronzo, aprivano la città all esterno. All interno della muraglia è stato costruito un altro muro altrettanto forte, ma più stretto. Ricostruzione Babilonia. La citta` e` attraversata dal fiume Eufrate, che la divide in due. La citta` e` inoltre divisa in recinti: quelli piu` esterni sono destinati alle abitazioni, mentre quelli piu` interni alle zone sacre. La grande Babilonia

3 Architettura Nel 1792 a. C., sotto Hammurabi (che regnò fino al 1750 a.c.) Babilonia divenne importantissima. I Babilonesi, organizzati dapprima in città-stato autonome, determinano la nascita di un impero e Babilonia ne diviene capitale. Tipiche sono le ziqqurat mesopotamiche, strutture che consistevano in una serie di terrazze degradanti, che si allargano via via verso il basso, collegate da scale dirette alla sommità, dove si trovava il tempio vero e proprio, il sacrario. Essa rappresenta la terra dove si concentrano il potere divino e le forze della vita, simbolica unione tra uomo e dio. Ma è il periodo neo-babilonese (che va dal 612 a. C. al 539 a. C.) è senza dubbio quello che ha caratterizzato maggiormente l'architettura mesopotamica. In corrispondenza infatti con la rinascita nel sud, coincidente con la caduta di Nivive, città assira, si avrà una stagione di fioritura dell'arte e dell'architettura. Babilonia ed Ur sono i due centri dove questa attività fu particolarmente densa di qualità. La struttura, estremamente monumentale degli edifici, era ingentilita da decorazioni a piastrelle smaltate policrome. Nota più di tutte, la porta di Ishtar del 580 a. C. che è stata ricostruita al Museo di Berlino con reperti originali. Ricostruzione delle ziqqurat di Nabonidus e Ur Home

4 Storia Babilonia, secondo la leggenda, fu fondata dal Dio Marduk dopo aver sconfitto e ucciso la malvagia Tiamat. Erodoto, tuttavia, inizia la sua narrazione storica accennando all ascesa al potere della regina Seminaride (madre di Adad-Nirari, a.c.) che costruì numerosi monumenti famosi tra cui i famosi giardini pensili di Babilonia (secondo la leggenda). Poi, racconta Erodoto (I, 185), salì al potere la regina Nitocri che compì un complesso lavoro di fortificazione della città perché era intimorita dalle mire espansionistiche dei Medi (che avevano già conquistato Ninive). fece costruire molti canali che resero tortuoso il viaggio per mare. Inoltre poco sopra Babilonia fece costruire un bacino per un lago da utilizzare per abbassare il livello dell acqua. Con la terra ottenuta dallo scavo rafforzò le sponde del fiume all interno della città. Infine costruì ponti per unire le due zone di Babilonia. Cartina. In rosa e` segnata la citta` di Ninive

5 Ciro ( a.c.) racconta Erodoto (I, 188) portava guerra contro Labineto, figlio di questa donna. Dopo aver incontrato delle difficoltà presso il fiume Ginde, odierno Dijala (I, 189) ed essersi vendicato con il fiume per orgoglio, marciò alla volta di Babilonia. Avvenne un primo scontro subito al di fuori della città e i Babilonesi furono costretti a ritirarsi dentro le mura. I Babilonesi avevano cibo a sufficienza per molti anni e quindi non si preoccupavano dell assedio, Ciro, invece, preoccupato per la lentezza dell impresa escogitò un tranello (I, 191): Posizionò parte dell esercito sul fiume Eufrate all altezza dell entrata della città vicino al fiume e un altra piccola parte subito sotto Babilonia. Poi si diresse al lago artificiale e sfruttando un canale abbassò il livello delle acque e rese guadibile l Eufrate. La città di Babilonia era così grande che, mentre le regioni della città più vicine al fiume erano prese d assalto, in quelle più lontane non si aveva nemmeno notizia dell accaduto. I persiani conquistarono Babilonia grazie all effetto sorpresa. Altrimenti sottolinea Erodoto sarebbero stati distrutti. Il fiume Dijala (freccia rossa) e Babilonia (freccia verde).

6 Più tardi, nel III libro dedicato alla musa Talia (paragrafi ), Erodoto racconta la ribellione dei Babilonesi. Questo evento si verificò subito dopo la presa da parte dei Persiani di Samo (522a.C.). I Babilonesi, approffitando degli altri impegni militari del re Persiano Dario ( a.C.) si erano preparati a sostenere un assedio senza farsi scoprire. I Babilonesi avevano inoltre strozzato tutte le donne, ad eccezione delle madri e di una che ciascuno sceglieva perché non consumassero il cibo indispensabile all assedio. Quando Dario cinse d assedio la città, i Babilonesi lo sbeffeggiavano sostenendo che avrebbe preso Babilonia solo quando le mule sarebbero state in grado di partorire. In blu: impero Babilonese sotto Hammurabi 2000 a.c. circa. In rosso: impero Assiro sotto Halmanasar C.(IX sec. a.c) In marroncino: Impero assiro sotto Assurbanipal VII sec. a.c.

7 Inutili furono i vari tentativi di presa della città effettuati da Dario, e, dopo un anno e sette mesi, la città non era ancora stata presa. Dopo venti mesi di assedio a Zopiro ( a.c., figlio di uno degli autori del colpo di stato che aveva portato Dario al potere), padre di Megabizio, avvenne un prodigio che lo convinse della disfatta inevitabile di Babilonia. Decise quindi di mutilarsi naso e orecchie e di entrare a Babilonia come disertore. Mentre egli otteneva il comando dell esercito e le chiavi delle porte grazie alle sue imprese, Dario disponeva a distanza di giorni, come programmato, le truppe davanti alle porte di Seminaride, Ninive e poi intorno alla città fino alle porte dei Caldei, Belidi, Cissie. Zopiro dapprima sterminò i piccoli contingenti mandati da Dario, secondo il precedente accordo, e si conquistò la fiducia assoluta dei Babilonesi. Ma poi, nel giorno stabilito, aprì le porte e mentre i Babilonesi tentavano invano di respingere l assedio. I Persiani espugnarono per la seconda volta la città. Zopiro fu colmato di onori e grandemente onorato. Ricostruzione porta di Ishatar, Berlino, Pergamon museum. Home

8 La Società La società babilonese era divisa in tre classi sociali: quella degli uomini liberi, composta da funzionari di corte, ufficiali e sacerdoti; quella dei semiliberi, che comprendeva mercanti, artigiani, soldati e contadini; la classe degli schiavi, che svolgevano i lavori più umili. Tutta la popolazione sottostava al re, rappresentante del dio Marduk, nume tutelare della città di Babilonia. I Babilonesi furono forse i primi ad avere un codice di leggi scritte, il Codice di Hammurabi (1750 a.c.), un insieme di disposizioni incise su una colonna di pietra nera alta circa 2 metri. Il codice comprende 282 leggi relative a tutte le questioni ritenute importanti: stregoneria, furti, compravendita, affitti, debiti, eredità, divorzio, adozione, risarcimenti per i danneggiamenti. Chi danneggiava un'altra persona infrangendo una regola doveva pagare, e chi subiva il torto doveva essere risarcito. Ma le pene non erano sempre uguali: molto severe quando il danno era subito da un uomo libero, diventavano più leggere se la persona danneggiata era uno schiavo o un semilibero. I Babilonesi inoltre perfezionarono il sistema di calcolo inventato dai Sumeri e fecero importanti osservazioni d'astronomia intorno al movimento degli astri. Furono loro a suddividere il giorno in ore, minuti e secondi, a misurare la durata del mese, a dividerlo in quattro settimane e, infine, a fissare in dodici mesi lunari la durata dell'anno. Oltre all'astronomia i Babilonesi svilupparono l'astrologia, ossia quell'insieme di credenze secondo le quali il destino delle persone viene influenzato dalle costellazioni zodiacali. Un bassorilievo nel quale Hammurabi è ritratto mentre riceve il codice dal dio Sole, Shamash, che a Babilonia era simbolo di giustizia.

9 Donne Nella civiltà babilonesi, le donne sono socialmente inferiori, sono considerate per lo più come un mezzo necessario per il piacere e la riproduzione. Nonostante questo mantengono un proprio ruolo proprio ruolo nella società. Il re Amor 2000 anni a.c. stabilisce un codice di 252 articoli, di cui 64 riguardanti la famiglia. Leggendo questi articoli possiamo avere un idea del rapporto tipo marito-moglie. Il matrimonio, secondo la legge, è monogamo, tuttavia mantenere delle concubine è legale, soprattutto se la moglie è malata o sterile. Il divorzio è permesso se non ci sono figli, ma la prima moglie non viene mandata via, e conserva una posizione di superiorità nei riguardi della nuova sposa, generalmente più giovane. E talvolta tra le due donne si istaura un rapporto madre-figlia. Il divorzio può essere richiesto dal marito o dalla moglie, se il marito non è diligente nei suoi doveri; in questo caso la donna ha diritto a un indennità. La conservazione della stirpe è rigorosamente protetta, probabilmente per far fronte alle crisi di manodopera e di militari. La donna che tenta l'aborto è messa alla gogna e frustata; anche l uomo che causa un aborto picchiando una donna incinta è punito con un'ammenda o un mese di lavori forzati. Per l adulterio la donna viene gettata in acqua legata al suo amante; oppure, soprattutto sotto la dominazione degli Assiri, si taglia il naso alla donna e si evira il partner. Suonatore o suonatrice di liuto. Fanciulle in età da marito all asta e Una pessima usanza

10 L Economia I Babilonesi furono un popolo dedito prevalentemente all'agricoltura, impegnati nello sfruttamento della fertile terra fra il Tigri e l'eufrate e ad arginare le disastrose piene dei fiumi. Erodoto, nel primo libro dedicato alla musa Clio, racconta che sicuramente la terra di Babilonia era la più adatta a produrre cereali, specialmente il grano, e racconta di essere lui stesso rimasto incredulo davanti alla grandezza di queste piante. Ci racconta inoltre che piante come il fico, l ulivo o la vite non venivano coltivate, e che al posto dell olio dell oliva, traevano un grasso dai semi di sesamo. Caratteristiche di questa terra sono poi i palmeti, da cui traggono alimenti solidi, vino e miele. Inoltre, incrociavano il seme del frutto delle palme, che, ci dice Erodoto, i Greci chiamano maschi, con quello delle palme che producono datteri, affinché il cinipe, un particolare insetto, facesse maturare il frutto senza staccarlo dalla pianta. I Babilonesi furono anche abili nell'artigianato: producevano stoffe, metalli lavorati, profumi, tappeti e ceramiche. Molti di questi prodotti venivano esportati. Parte del commercio si svolgeva lungo l'eufrate; a questo proposito, Erodoto ci racconta di come costruissero imbarcazioni in legno, pelle e paglia, in grado di discendere il fiume per portare le merci a Babilonia. Gioielli ritrovati in una tomba, testimonianza dell abilità babilonese nel campo dell oreficeria. Agricoltura

11 Divinità Erodoto (I, ) parla in modo abbastanza dettagliato degli dei babilonesi. Il dio più importante, il cui tempio è al centro della città è Zeus Belo, o Baal suprema divinità babilonese. Nel centro di questo edificio si elevava la torre di Babele, chiamata dai Babilonesi Etemenanki, che era formata da otto torri sovrapposte. Nella torre più alta c è un gran tempio con un letto e una tavola d oro dove trascorre la notte solo una donna scelta dal Dio stesso. E il Dio di notte si adagia nel letto. Erodoto tuttavia non crede a questa leggenda, come è scettico nei confronti di una simile egiziana. In basso poi c è un altro tempio con una statua di Zeus seduto su un basamento, il tutto costruito con kg (800 talenti) d oro. Infine un altra statua alta 5,32 m (12 cubiti) abbelliva il recinto sacro. Esisteva comunque una trinità babilonese: le principali divinità erano Marduk, Ishtar e Nabu. (Baal è la trasformazione ultima del preesistente dio Marduk) Sigillo cilindrico con impronta raffigurante il dio babilonese Marduk a.c. Babilonia

12 Accanto a questa triade c erano altre divinità, tra cui si ricorda: Anu, che vegliava sul cielo, Annunaki, protettore della volta celeste ed illuminato da Anu, Igigi, legato al ciclo perpetuo del sorgere e del tramontare e Shamash, dio della giustizia. Durante la festa, tutte le maggiori divinità del pantheon mesopotamico raggiungevano la città tramite il fiume Eufrate per rendere omaggio al massimo dio Marduk. Durante questa cerimonia avveniva anche la purificazione dei templi e soprattutto del re, nonché la Ierogamia, cioè l'unione del re con una sacerdotessa impersonante Sarpanitum (mentre il re ovviamente incarnava lo spirito di Marduk). v Mappa di Babilonia. Tempi di Istar (freccia nera), tempio di Nabu (freccia blu), Etemenanki, dedicato al dio Marduk (freccia verde), e altri templi di divinita` minori. Home

13 Imbarcazioni Le imbarcazioni degli Assiri che giungono a Babilonia per motivi commerciale sono, a parere di Erodoto, una delle più grandi meraviglie del mondo antico. Lo scafo è costruito con tavole di salice, coperte con una coperta di pelli e una grande quantità di paglia. Il battello è governato da due pali controllati da due uomini: quando uno lo tira verso l esterno, l altro lo avvicina alla nave. Poichè le navi non possono risalire il fiume a causa delle correnti, gli uomini, giunti a Babilonia, vendono all asta gli scafi, e tornano con gli asini e le pelli in Armenia. Mappa del mondo secondo Erodoto. Babilonia (freccia verde), Eufrate (freccia viola), Tigri (freccia gialla).

14 Abbigliamento & cucina L Abbigliamento. Il modo di vestire dei Babilonesi era molto affine a quello degli Assiri e dei Sumeri, anche se gli abiti di quest ultimi sono molto più rigidi. I capi tipici erano il Kandis e il kaunace, Le vesti dei Babilonesi La Cucina. Sono rimaste, a testimonianza dei loro usi culinari alcune tavolette scritte in accadico, risalenti al 1700 a.c., su cui sono incise alcune ricette dei piatti più comuni. Da queste traspare che non si mangiava esclusivamente per la sopravvivenza, ma si cercava di arricchire le pietanze con piante aromatiche, come il porro, l aglio, la cipolla, che ne esaltavano i profumi ed i sapori; inoltre, pare che i Babilonesi bollissero ogni cosa: abbiamo numerose ricette di bolliti di carne e di pesce. Per condire, si usava un grasso ricavato dal sesamo e per addolcificare del miele o della frutta secca, mangiata anche singolarmente. Per rallegrare le feste, era diffusa la birra, comparsa per la prima volta proprio in Mesopotamia e diffusasi poi in Asia Minore, in Egitto e nei paesi nordici. Erodoto racconta poi di tre tribù che si cibavano solo di pesce. La tavoletta YBC 4644 contiene venticinque ricette (ventuno tipi di brodi di carne e quattro di brodi di verdure)

15 A testimonianza della ricerca culinaria babilonese vi sono diverse ricette trascritte su tavolette di ceramica. Riportiamo qui due curiose ricette, quella del Bollito del Capretto o quella del Bollito Rosso. Entrambe sono ricche di erbe aromatiche, che, come abbiamo già detto, erano molto usate per insaporire i piatti. Bollito di capretto: Testa, zampe e coda del capretto vengono passate sulla fiamma ancor prima di essere messe in pentola. Occorre della carne, oltre a quella del capretto. Si prepara l'acqua e si aggiunge del grasso. Si pesta insieme la cipolla, il samidu (una pianta aromatica), il porro, l aglio, del sangue e del formaggio fresco. Si aggiunge una quantità uguale di shuhutinnu naturale (un'altra pianta aromatica). Il tutto si cuoce insieme. Bollito rosso: Si prepara l'acqua e vi si aggiunge del grasso. Si mettono a bollire cuore, fegato, trippa e ventre. Si aggiunge del sale, malto a granelli, cipolla, porro, samidu, cumino, coriandolo e surunno (tutte erbe aromatiche). Prima di essere messa sul fuoco (in un recipiente in ceramica) la carne sarà stata macerata nel sangue messo da parte. home Rilievo raffigurante un banchetto babilonese

16 Giardini Pensili Siamo sicuri dell'esistenza dei Giardini pensili di Babilonia solo perché chi li vide nell'antichità ne lasciò testimonianza scritta. I giardini furono probabilmente costruiti nei pressi del fiume Eufrate, presentavano una struttura a terrazze, in posizione dominante sopra le mura di Babilonia. La strada che indirizzava era larga 22 metri, rivestita da mattonelle azzurre ornate con 120 leoni passava attraverso la celebre porta Ishtar (un doppio portale costituendo un passaggio protetto, organicamente collegato ai due recinti difensivi). Fu costruita da Nabucodonosor ( a.c.) che adornò i giardini con alberi e piante di ogni specie portati fino a Babilonia da tutte le parti del mondo. La prosperità dei giardini dipendeva da un'efficiente sistema d'irrigazione, ottenuto sfruttando l'acqua del fiume Eufrate. Questa veniva sollevata da schiavi tramite un sistema di secchi applicata alla grande ruota a gradini di un mulino. Ricostruzione della via che conduce ai giardini pensili e porta di Ishtar

17 Da lì l'acqua, scendendo, formava ruscelli e cascate che percorrevano lungo la pavimentazione dei giardini, mantenendo il suolo umido e quindi creando un habitat ideale per la coltivazione anche di alberi da frutto. Lo spettacolo di tale maestosa opera idraulica era ben visibile anche all'esterno delle mura della città, ed i viaggiatori venivano attratti da tale sontuosa opera che si avvicinavano al luogo. I giardini pensili furono costruiti per la moglie di Nabucodonosor, in modo che non rimpiangesse la Persia regione di cui era originaria, ricca di vegetazione. Queste immagini vengono riprodotte in base le testimonianze che narrano la descrizione dei giardini pensili di Babilonia. Non esistono foto reale ha tale opera, ma nonostante ciò, è una delle sette meraviglie del mondo Antico. Ricostruzioni dei giardini pensili Storia

18 La grande Babilonia (I, 178) θέεηαη ἐλ πεδίῳ κεγάιῳ, κέγαζνο ἐνῦζα κέησπνλ ἕθαζηνλ εἴθνζη θαὶ ἑθαηὸλ ζηαδίσλ, ἐνύζεο ηεηξαγώλνπ: νὗηνη ζηάδηνη ηῆο πεξηόδνπ ηῆο πόιηνο γίλνληαη ζπλάπαληεο ὀγδώθνληα θαὶ ηεηξαθόζηνη, ηὸ κέλ λπλ κέγαζνο ηνζνῦηνλ ἐζηὶ ηνῦ ἄζηενο ηνῦ Βαβπισλίνπ, ἐθεθόζκεην δὲ ὡο νὐδὲλ ἄιιν πόιηζκα ηῶλ ἡκεῖο ἴδκελ. ηάθξνο κὲλ πξῶηά κηλ βαζέα ηε θαὶ εὐξέα θαὶ πιέε ὕδαηνο πεξηζέεη, κεηὰδὲ ηεῖρνο πεληήθνληα κὲλ περέσλ βαζηιείσλ ἐὸλ ηὸ εὖξνο, ὕςνο δὲ δηεθνζίσλ περέσλ: ὁ δὲ βαζηιήηνο πῆρπο ηνῦ κεηξίνπ ἐζηὶ πήρενο κέδσλ ηξηζὶδαθηύινηζη Ricostruzione di una delle porte di Babilonia.

19 Traduzione Si estende in una grande pianura, è di forma quadrata e ogni lato misura 120 stadi (= 21,6km), di modo che il perimetro della città risulta in tutto di 480 stadi (=86,4 km): tale è l estensione dell abitato di Babilonia; ed era così a regola d arte costruita come nessun altra delle città che io conosco. Prima di tutto intorno ad essa corre una fossa profonda, larga, piena d acqua; poi vi è un muro largo 50 cubiti reali (= m. 26,25) e alto 200 (= 105 m): da notare che il cubito reale è tre dita più lungo del cubito ordinario. Unita` di misura Cubito reale = 52,5 cm Cubito ordinario = 44,4 cm Stadio = 180 m circa 5 Babilonia

20 Le vesti (I,195) τὰ μὲν δὴ πλοῖα αὐτοῖσι ἐστὶ τοιαῦτα: ἐσθῆτι δὲ τοιῇδε χρέωνται, κιθῶνιποδηνεκέι λινέῳ, καὶ ἐπὶ τοῦτον ἄλλον εἰρίνεον κιθῶνα ἐπενδύνει καὶχλανίδιον λευκὸν περιβαλλόμενος, ὑποδήματα ἔχων ἐπιχώρια, παραπλήσιατῇσι Βοιωτίῃσι ἐμβάσι. κομῶντες δὲ τὰς κεφαλὰς μίτρῃσι ἀναδέονται,μεμυρισμένοι πᾶν τὸ σῶμα.σφρηγῖδα δὲ ἕκαστος ἔχει καὶ σκῆπτρον χειροποίητον: ἐπ ἑκάστῳ δὲσκήπτρῳ ἔπεστι πεποιημένον ἢ μῆλον ἢ ῥόδον ἢ κρίνον ἢ αἰετὸς ἢ ἄλλο τι:ἄνευ γὰρ ἐπισήμου οὔ σφι νόμος ἐστὶ ἔχειν σκῆπτρον. Uomo con tipico abbigliamento Babilonese.

21 Tipico sandalo babilonese Traduzione E questi sono i vestiti che essi usano: una tunica lunga fino ai piedi sulla quale indossano un altra tunica di lana, e si avvolgono in un piccolo mantello bianco. Le loro calzature sono di tipo paesano molto simili ai sandali beoti. (= scarpe di lino, di solito rossi, che lasciavano scoperta gran parte del piede). Portano capelli lunghi, si cingono la testa con una benda e si cospargono di unguenti tutto il corpo. Ciascuno porta un anello con un sigillo o un bastone lavorato a mano: su ogni bastone vi e` incisa una mela, o una rosa, o un giglio, o un aquila, o qualche altro oggetto. Non usano infatti portare bastone che non abbia distintivo. Questo è il loro modo di abbigliare il corpo. Curiosita`

22 Agricoltura (I,193) ἔστι δὲ χωρέων αὕτη πασέων μακρῷ ἀρίστη τῶν ἡμεῖς ἴδμεν Δήμητρος καρπὸν ἐκφέρειν τὰ γὰρ δὴ ἄλλα δένδρεα οὐδὲ πειρᾶται ἀρχὴν φέρειν οὔτε συκέην οὔτε ἄμπελον οὔτε ἐλαίην τὸν δὲ τῆς Δήμητρος καρπὸν ὧδε ἀγαθὴ ἐκφέρειν ἐστὶ ὥστε ἐπὶ διηκόσια μὲν τὸ παράπαν ἀποδιδοῖ ἐπειδὰν δὲ ἄριστα αὐτὴ ἑωυτῆς ἐνείκῃ ἐπὶ τριηκόσια ἐκφέρει τὰ δὲ φύλλα αὐτόθι τῶν τε πυρῶν καὶ τῶν κριθέων τὸ πλάτος γίνεται τεσσέρων εὐπετέως δακ τύλων ἐκ δὲ κέγχρου καὶ σησάμου ὅσον τι δένδρον μέγαθος γίνεται ἐξεπιστάμενος μνήμην οὐ ποιήσομαι εὖ εἰδὼς ὅτι τοῖσι μὴ ἀπιγμένοισι ἐς τὴν Βαβυλωνίην χώρην καὶ τὰ εἰρημένα καρπῶν ἐχόμενα ἐς ἀπιστίην πολλὴν ἀπῖκται χρέωνται δὲ οὐδὲν ἐλαίῳ ἀλλ ἢ ἐκ τῶν σησάμων ποιεῦντες εἰσὶ δέ σφι φοίνικες πεφυκότες ἀνὰ πᾶν τὸ πεδίον οἱ πλεῦνες αὐτῶν καρποφόροι ἐκ τῶν καὶ σιτία καὶ οἶνον καὶ μέλι ποιεῦνται τοὺς συκέων τρόπον θεραπεύουσι τά τε ἄλλα καὶ φοινίκων τοὺς ἔρσενας Ἕλληνὲς καλέουσι τούτων τὸν καρπὸν περιδέουσι τῇσι βαλανηφόροισι τὸν φοινίκων ἵνα πεπαίνῃ τε σφι ὁ ψὴν τὴν βάλανον ἐσδύνων καὶ μὴ ἀπορρέῃ ὁ καρπὸς τοῦ φοίνικος ψῆνας γὰρ δὴ φέρουσι ἐν τῷ καρπῷ οἱ ἔρσενες κατά περ δὴ οἱ ὄλυνθοι Cinipe: insetto fitofage. Provoca nelle piante la formazione di cecidi o galle, escrescenze ben localizzate e determinate, costituite da tessuti di natura ipertrofica o iperplastica, che si sviluppano in un organo vegetale come reazione patologica allo stimolo esercitatovi da un elemento parassita, il quale se ne serve come dimora durante il periodo di sviluppo, traendone anche alimento.

23 Traduzione Di tutte le terre che conosciamo, questa è di gran lunga la più adatta a produrre cereali, poiché le altre piante nemmeno si prova a farle crescere, né il fico, né la vite, né l ulivo. Quanto al grano, invece, il paese è così ferace ch e rende di solito almeno il 200 per uno, e, quando dà proprio il meglio di se stesso, anche 300. In questo paese le foglie del frumento e dell orzo raggiungono facilmente la larghezza di quattro dita; e dal miglio e dal sesamo sorgono piante di tanta grandezza che, pur essendone pienamente a conoscenza, non ne accennerò nemmeno, ben sapendo che a quelli che non sono andati a Babilonia, anche ciò che ho detto riguardo ai cereali ha incontrato molta incredulità. I Babilonesi non fanno uso dell olio d oliva e traggono un grasso dai semi di sesamo. Per tutta la pianura poi crescono naturalmente le palme, la maggior parte delle quali portano frutti e da essi ricavano alimenti solidi, vino e miele. Curano i palmeti allo stesso modo dei fichi. Tra l altro legano insieme il frutto delle palme, che i Greci chiamano maschi, con quello delle palme che producono datteri, affinchè il cinipe*, penetrando nel dattero, lo faccia maturare senza che abbia a staccarsi il frutto dalla pianta: poiché i palmizi portano nei loro frutti i cinipi, proprio come i fichi selvatici. *E un insetto che veniva utilizzato per la maturazione dei fichi per mezzo della caprificazione (per far crescere fichi più grossi e saporiti di impollinava la pianta con polline di caprifico). Erodoto confonde il processo di maturazione accelerata dei fichi con la cultura dei datteri, la quale avviene, invece, accostando non i frutti della palme, ma i fiori, maschio e femmina, in modo che il polline dell uno si versi sui pistilli dell altro. Paradigmi ferw, oisw, hnegkon, hnecqhn, enhnoca, enhnegmai didwmi, dwsw, doqhsomai, edwka, dedwka, dedomai kalew, kalw, klhqhsomai, ekalesa, eklhqhn, keklhka, keklhmai Home

24 I matrimoni dei Babilonesi: fanciulle da marito all asta (I,196) θαηὰ θώκαο ἑθάζηαο ἅπαμ ηνῦ ἔηενο ἑθάζηνπ ἐπνηέεην ηάδε ὡο ἂλ αἱ παξζέλνη γελνίαην γάκσλ ὡξαῖαη, ηαύηαο ὅθσο ζπλαγάγνηελ πάζαο, ἐο ἓλ ρσξίνλ ἐζάγεζθνλ ἁιέαο, πέξημ δὲ αὐηὰο ἵζηαην ὅκηινο ἀλδξῶλ. ἀληζηὰο δὲ θαηὰ κίαλ ἑθάζηελ θῆξπμ πσιέεζkε πξῶηα κὲλ ηὴλ εὐεηδεζηάηελ ἐθ παζέσλ: κεηὰ δέ, ὅθσο αὕηε εὑξνῦζα πνιιὸλ ρξπζίνλ πξεζείε, ἄιιελ ἂλ ἐθήξπζζε ἣ κεη ἐθείλελ ἔζθε εὐεηδεζηάηε: ἐπσιένλην δὲ ἐπὶ ζπλνηθήζη. ὅζνη κὲλ δὴ ἔζθνλ εὐδαίκνλεο ηῶλ Βαβπισλίσλ ἐπίγακνη, ὑπεξβάιινληεο ἀιιήινπο ἐμσλένλην ηὰο θαιιηζηεπνύζαο: ὅζνη δὲ ηνῦ δήκνπ ἔζθνλ ἐπίγακνη, νὗηνη δὲ εἴδενο κὲλ νὐδὲλ ἐδένλην ρξεζηνῦ, νἳ δ ἂλ ρξήκαηά ηε θαὶ αἰζρίνλαο παξζέλνπο ἐιάκβαλνλ. ὡο γὰξ δὴ δηεμέιζνη ὁ θῆξπμ πσιέσλ ηὰο εὐεηδεζηάηαο ηῶλ παξζέλσλ ἀλίζηε ἂλ ηὴλ ἀκνξθεζηάηελ, ἢ εἴ ηηο αὐηέσλ ἔκπεξνο εἴε, θαὶ ηαύηελ ἂλ ἐθήξπζζε, ὅζηηο ζέινη ἐιάρηζηνλ ρξπζίνλ ιαβὼλ ζπλνηθέεηλ αὐηῇ, ἐο ὃ ηῷ ηὸ ἐιάρηζηνλ ὑπηζηακέλῳ πξνζέθεηην. ηὸ δὲ ἂλ ρξπζίνλ ἐγίλεην ἀπὸ ηῶλ εὐεηδέσλ παξζέλσλ θαὶ νὕησ αἱ εὔκνξθνη ηὰο ἀκόξθνπο θαὶ ἐκπήξνπο ἐμεδίδνζαλ Astarte, dea dell area nord occidentale. In epoca ellenistica e` stata accomunata alla dea Afrodite. I suoi simboli erano il leone, il cavallo, la sfinge e la colomba.

25 Traduzione Tutti gli anni, una volta all anno nei singoli villaggi si faceva questa cerimonia: tutte le fanciulle che erano in età da marito in quell anno erano radunate insieme e venivano fatte entrare tutte in un solo luogo: intorno ad esse stavano gli uomini in gran numero. L araldo pubblico, facendole alzare ad una ad una, le metteva in vendita, a cominciare dalla più bella di tutte. Quando questa, trovato un ricco compratore, veniva venduta, il banditore ne metteva all asta un altra, la più bella dopo la prima. Naturalmente venivano vendute perché poi si sposassero. Tutti i facoltosi in Babilonia in età da prender moglie, cercando di superarsi a vicenda con le offerte, si assicuravano le donne più graziose, quelli del popolo, invece, che aspiravano al matrimonio, del bell aspetto non sapevano che farsi e prendevano quelle più brutte insieme a un compenso in denaro. Infatti il banditore, quando aveva finito di vendere all incanto le fanciulle più avvenenti, presentava la più brutta o, se c era, una storpia e cercava di aggiudicarla a chi volesse convivere con lei, ricevendo il minor compenso, fino a che veniva assegnata a chi si impegnava a sposarla a minor prezzo. Il denaro che veniva dato proveniva dalla vendita delle fanciulle belle, cosi le belle ragazze facevano sposare le brutte e le disgraziate. Uomo e donna abbracciati.

26 Una pessima usanza (I,199) ὁ δὲ δὴ αἴζρηζηνο ηῶλ λόκσλ ἐζηὶ ηνῖζη Βαβπισλίνηζη ὅδε: δεῖ πᾶζαλ γπλαῖθα ἐπηρσξίελ ἱδνκέλελ ἐο ἱξὸλ Ἀθξνδίηεο ἅπαμ ἐλ ηῇ δόῃ κηρζῆλαη ἀλδξὶ μείλῳ. πνιιαὶ δὲ θαὶ νὐθ ἀμηνύκελαη ἀλακίζγεζζαη ηῇζη ἄιιῃζη, νἷα πινύηῳ ὑπεξθξνλένπζαη, ἐπὶ δεπγέσλ ἐλ θακάξῃζη ἐιάζαζαη πξὸο ηὸ ἱξὸλ ἑζηᾶζη: ζεξαπείε δέ ζθη ὄπηζζε ἕπεηαη πνιιή.αἱ δὲ πιεῦλεο πνηεῦζη ὧδε: ἐλ ηεκέλετ Ἀθξνδίηεο θαηέαηαη ζηέθαλνλ πεξὶ ηῇζη θεθαιῇζη ἔρνπζαη ζώκηγγνο πνιιαὶ γπλαῖθεο: αἳ κὲλ γὰξ πξνζέξρνληαη, αἳ δὲ ἀπέξρνληαη. ζρνηλνηελέεο δὲ δηέμνδνη πάληα ηξόπνλ ὁδῶλ ἔρνπζη δηὰ ηῶλ γπλαηθῶλ, δη ὧλ νἱ μεῖλνη δηεμηόληεο ἐθιέγνληαη: ἔλζα ἐπεὰλ ἵδεηαη γπλή, νὐ πξόηεξνλ ἀπαιιάζζεηαη ἐο ηὰ νἰθία ἤ ηίο νἱ μείλσλ ἀξγύξηνλ ἐκβαιὼλ ἐο ηὰ γνύλαηα κηρζῇ ἔμσ ηνῦ ἱξνῦ: ἐκβαιόληα δὲ δεῖ εἰπεῖλ ηνζόλδε: ἐπηθαιέσ ηνη ηὴλ ζεὸλ Μύιηηηα. Μύιηηηα δὲ θαιένπζη ηὴλ Ἀθξνδίηελ Ἀζζύξηνη.ηὸ δὲ ἀξγύξηνλ κέγαζνο ἐζηὶ ὅζνλ ὦλ: νὐ γὰξ κὴ ἀπώζεηαη: νὐ γάξ νἱ ζέκηο ἐζηί: γίλεηαη γὰξ ἱξὸλ ηνῦην ηὸ ἀξγύξηνλ. ηῷ δὲ πξώηῳ ἐκβαιόληη ἕπεηαη νὐδὲ ἀπνδνθηκᾷ νὐδέλα. ἐπεὰλ δὲ κηρζῇ, ἀπνζησζακέλε ηῇ ζεῷ ἀπαιιάζζεηαη ἐο ηὰ νἰθία, θαὶ ηὠπὸ ηνύηνπ νὐθ νὕησ κέγα ηί νἱ δώζεηο ὥο κηλ ιάκςεαη. ὅζζαη κέλ λπλ εἴδεόο ηε ἐπακκέλαη εἰζὶ θαὶ κεγάζενο, ηαρὺ ἀπαιιάζζνληαη, ὅζαη δὲ ἄκνξθνη αὐηέσλ εἰζί, ρξόλνλ πνιιὸλ πξνζκέλνπζη νὐ δπλάκελαη ηὸλ λόκνλ ἐθπιῆζαη: θαὶ γὰξ ηξηέηεα θαὶ ηεηξαέηεα κεηεμέηεξαη ρξόλνλ κέλνπζη. ἐληαρῇ δὲ θαὶ ηῆο Κύπξνπ ἐζηὶ παξαπιήζηνο ηνύηῳ λόκνο Tuttavia Erodoto specifica che da quando Babilonia è afflitta` dalla poverta` i padri delle ragazze costringono le figlie a prostituirsi.

27 Traduzione Ma questa e` la peggiore delle usanze tra i Babilonesi: bisogna che ogni donna del luogo postasi verso il tempio di Afrodite una volta nella vita si unisca a un uomo straniero. Molte anche non ritenendo giusto mescolarsi alle altre, essendo orgogliose della loro ricchezza, in una pariglia sopra dei carri coperti andavano al tempio e la` se ne stavano; le seguiva una numerosa servitu`. Le piu` si comportano in questo modo: molte donne stanno sedute nel recinto di Afrodite con una corona di corda intorno alla testa; alcune vengono altre vanno via. Lungi passaggi si aprono in ogni direzione trale donne, passando attraverso i quali gli stranieri scelgono; quando la donna si era seduta, non se ne andava a casa prima che qualche straniero, avendo gettato del denaro alle ginoccia, si fosse unito a lei nel tempio. Bisogna che chi lancia questi soldi dica queste cose: invoco la dea Militta per te. Gli Assiri chiamano Militta la dea Afrodite. La grande quantita` d`oro e` quella che e`; non e` spinta via, non e` infatti di norma tra di loro, infatti quell oro e` sacro. La donna segue colui che per primo le ha gettato l oro e non respinge nessuno. Dopo essersi unita a lui e aver sacrificato alla dea, se ne torna a casa e da questo momento tu non potrai mai offrire tanto per poterla avere. Quante aspettano belle e importanti,prestotornano a casa, quelle brutte aspettano a lungo, non potendo soddisfare la prescrizione della legge. E infatti alcune aspettano anche tre o quattro anni. In qualche parte dell isola di Cipro c e` una legge simile a questa. Home

28 La cura dei malati La medicina era poco conosciuta dai babilonesi, che infatti non avevano medici. I malati dunque si recavano in piazza e i cittadini consigliavano loro delle cure, in base alla loro esperienza o a quella di qualcuno che conoscevano. δεφτεροσ δὲ ςοφίῃ ὅδε ἄλλοσ ςφι νόμοσ κατζςτηκε: τοὺσ κάμνοντασ ἐσ τὴν ἀγορὴν ἐκφορζουςι: οὐ γὰρ δὴ χρζωνται ἰητροῖςι. προςιόντεσ ὦν πρὸσ τὸν κάμνοντα ςυμβουλεφουςι περὶ τῆσ νοφςου, εἴ τισ καὶ αὐτὸσ τοιοῦτο ἔπαθε ὁκοῖον ἂν ἔχῃ ὁ κάμνων ἢ ἄλλον εἶδε παθόντα, ταῦτα προςιόντεσ ςυμβουλεφουςι καὶ παραινζουςι ἅςςα αὐτὸσ ποιήςασ ἐξζφυγε ὁμοίην νοῦςον ἢ ἄλλον εἶδε ἐκφυγόντα. ςιγῇ δὲ παρεξελθεῖν τὸν κάμνοντα οὔ ςφι ἔξεςτι, πρὶν ἂν ἐπείρηται ἥντινα νοῦςον ἔχει. ταφαὶ δζ ςφι ἐν μζλιτι, θρῆνοι δὲ παραπλήςιοι τοῖςι ἐν Αἰγφπτῳ. Paradigmi pascw, peisomai, epaqon, peponqa parainew, parainesw, parhnesa, parhneka, parhneqhn feugw, feuxoumai, efugon, pefeuga ercomai, eleusomai, hlqon, elhluqa Traduzione Seconda per saggezza è quest altra legge che hanno: portano i malati nella piazza; infatti non hanno medici. Avvicinandosi dunque all ammalato, (i passanti) gli danno consigli sul suo male, se qualcuno ha sofferto di quella stessa malattia che ha il malato o sa di un altro che l ha avuta: avvicinandosi lo consigliavano e gli suggerivano di fare tutte quelle cose che avevano fatto per sfuggire a quella malattia o sapevano che qualcun altro era sfuggito. Non è permesso oltrepassare il malato in silenzio, senza avergli chiesto prima quale malattia ha. I loro morti li cospargono di miele e i canti funebri sono come quelli Egiziani. Home

29 Bibliografia Eniclopedia Larousse. Erodoto, Storie libro I e libro III Pier Luigi Amisano, Elena Guarini Kata Logon, versioni greche per il biennio, Edizione Paravia Home

30 Erdoto descrive Babilonia Erodoto, scrittore greco del V secolo a.c.,sostiene che entrambe le sponde dell Eufrate erano fiancheggiate da una banchina continua, separata dalla città vera e propria da mura aventi 25 porte. Secondo lui le mura della città erano alte 90 m, avevano uno spessore di 26,5 m ed erano lunghe 95 km. Sembra tuttavia che Erodoto abbia esagerato un po i dati riguardanti Babilonia. I reperti archeologici indicano che Babilonia era molto più piccola, e il bastione esterno molto meno lungo e alto. Non ci sono prove dell esistenza di una banchina lungo la riva occidentale del fiume. Ci sono alcuni passi incerti: per esempio a causa documentazione relativa a Cipro, si sono cercati i possibili riscontri per quest'uso, presentato da Erodoto come un impegno, verosimilmente prematrimoniale, che coinvolge donne libere, riservato agli stranieri e finalizzato a deporre un'offerta in denaro nel santuario della dea. Senza dubbio Cipro appare, nei miti greci, come patria della prostituzione; e questo non a caso, giacché l'isola, negli stessi miti, è anche la terra della bionda e bella Afrodite, dea lussuriosa e adultera; una dea che spesso viene chiamata con l'epiteto di "Cipride" proprio per sottolineare il legame che l'unisce, in tanti racconti, a questa terra. Si trattadi miti, che rivalutano la pratica della prostituzione presentandola come una punizione della dea, benevola verso chi la onorava ma anche vendicativa nei confronti di chi non lo faceva. Tuttavia non è stata provata questa usanza. Erodoto. Home

31 Il Codice di Hammurabi Il codice ci Hammurabi è un corpus di leggi iscritto su una stele cilindrica in diorite, rinvenuta a Susa, (Iraq) nell'inverno del , per opera di una spedizione archeologica francese, condotta da De Morgan. Il blocco si presentava rotto in tre parti, in seguito è stato restaurato ed è ora conservato nel Museo del Louvre a Parigi. Fino al 1947 era considerato il più antico codice di leggi portato alla luce, infatti in quell anno venne scoperta una tavoletta su cui erano incise delle leggi promulgate da Ur-Nammu, re della III dinastia di Ur che regnò nel 2100 a.c. Tuttavia il codice di Hammurabi, rimane l unico completo pervenutoci dall antichità, anche se sono presenti alcune lacune, dovute a corrosione, situate nella parte anteriore alla base del monumento. Prima di essere creato, in Mesopotamia l amministrazione della giustizia si basava su una serie di norme tramandate oralmente e consolidate dall uso. Quando qualche sovrano si discostava dalla tradizione o si trovava a pronunciare sentenze su materie per le quali non esistevano norme certe, le sue decisioni venivano ricordate per iscritto, in modo da far testo per il futuro. Verso la fine del suo regno Hammurabi volle che i suoi regali giudizi fossero incisi su stele alte più di due metri (sedici colonne da un lato della stele e 28 dall altro), da esporre nei templi. Codice di Hammurabi, Museo del Louvre

32 Alcune Leggi del Codice di Hammurabi Se un uomo libero cava un occhio ad un altro uomo libero, gli si dovrà cavare un occhio. Se un uomo libero cava un occhio ad un uomo povero, pagherà una tassa. Se qualcuno commette una rapina ed è preso, costui sarà ucciso. Se un uomo libero farà cadere un dente ad un uomo libero, si farà cadere il suo dente. Se un uomo libero farà cadere un dente ad uno schiavo, pagherà una multa. Se una casa crolla e muore il padrone, sarà messo a morte colui che l ha costruita. Se muore il figlio del padrone, sarà messo a morte il figlio del costruttore. Divertente immagine che sintetizza la legge più famosa del codice di Hammurabi: occhi per occhio, dente per dente Società

33 Babilonia e la sua storia continuano a stupire ed appassionare migliaia di uomini anche oggi. Numerosi film raccontano in modo più o meno verosimile avventure ambientate nella grande città sulle rive dell Eufrate. L eroe di Babilonia Cast: Moira Orfei, Gordon Scott, Genevieve Grad, Andrea Scotti, Celina Cely, Mario Petri, Giuseppe Addobbati, Andrea Aureli, Harold Bradley, Consalvo Dell'arti Regia: Siro Marcellini Data di uscita: 1963 Genere: Avventura Trama: Baltazar, usurpatore di Babilonia, tiranneggia la città con violenza e soprusi. Nipur, il legittimo erede al trono, cresciuto in esilio ed educato da Ciro, re dei persiani, torna in patria deciso a riconquistare lo scettro lasciatogli dal padre e a riportare l'ordine e la giustizia in Babilonia. Durante il viaggio, Nipur libera dalle mani degli sgherri di Baltazar una ragazza ebrea, Tamira, destinata ad essere sacrificata alla dea Itar. Scoperto il rifugio di Tamira, è facile per Baltazar catturare Nipur e rinchiuderlo nel fondo di una segreta. Ma Nipur riesce a liberarsi e, con l'aiuto dei suoi compagni, apre le porte di Babilonia all'esercito di Ciro. Baltazar è trafitto dalla spada dello stesso Nipur, che sale al trono di Babilonia assieme a Tamira. Home

CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (P.E.C.)

CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (P.E.C.) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (P.E.C.) Consigliamo di configurare ed utilizzare la casella di posta elettronica certificata tramite il webmail dedicato fornito dal gestore

Διαβάστε περισσότερα

IMPARA LE LINGUE CON I FILM AL CLA

IMPARA LE LINGUE CON I FILM AL CLA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA - CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO IMPARA LE LINGUE CON I FILM AL CLA Vedere film in lingua straniera è un modo utile e divertente per imparare o perfezionare una lingua straniera.

Διαβάστε περισσότερα

IMPARA LE LINGUE CON I FILM AL CLA

IMPARA LE LINGUE CON I FILM AL CLA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA - CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO IMPARA LE LINGUE CON I FILM AL CLA Vedere film in lingua straniera è un modo utile e divertente per imparare o perfezionare una lingua straniera.

Διαβάστε περισσότερα

ΠΛΗΡΟΦΟΡΙΚΗ ΟΙΚΟΝΟΜΙΑ & ΔΙΟΙΚΗΣΗ ΤΕΧΝΙΚΑ ΚΑΤΑΛΟΓΟΣ ΒΙΒΛΙΩΝ 2015-2016 ΠΙΑΔΑΓΩΓΙΚΑ

ΠΛΗΡΟΦΟΡΙΚΗ ΟΙΚΟΝΟΜΙΑ & ΔΙΟΙΚΗΣΗ ΤΕΧΝΙΚΑ ΚΑΤΑΛΟΓΟΣ ΒΙΒΛΙΩΝ 2015-2016 ΠΙΑΔΑΓΩΓΙΚΑ ΟΙΚΟΝΟΜΙΑ & ΔΙΟΙΚΗΣΗ ΠΛΗΡΟΦΟΡΙΚΗ ΚΑΤΑΛΟΓΟΣ ΒΙΒΛΙΩΝ 2015-2016 ΠΙΑΔΑΓΩΓΙΚΑ ΤΕΧΝΙΚΑ Οι Εκδόσεις Δίσιγμα ξεκίνησαν την πορεία τους στο χώρο των ελληνικών εκδόσεων τον Σεπτέμβριο του 2009 με κυρίαρχο οδηγό

Διαβάστε περισσότερα

Nuova strategia è necessaria per la messa in luce dei giacimenti sottomarini di idrocarburi nel Sud di Creta.

Nuova strategia è necessaria per la messa in luce dei giacimenti sottomarini di idrocarburi nel Sud di Creta. Nuova strategia è necessaria per la messa in luce dei giacimenti sottomarini di idrocarburi nel Sud di Creta. I. Konofagos, N. Lygeros I soprascritti, già dal 2012 avevano proposto ai politici con il più

Διαβάστε περισσότερα

Conferenza di N. Lygeros avente per tema L insurrezione Greca quale esempio di resistenza. Pafo 24/03/2015

Conferenza di N. Lygeros avente per tema L insurrezione Greca quale esempio di resistenza. Pafo 24/03/2015 Conferenza di N. Lygeros avente per tema L insurrezione Greca quale esempio di resistenza. Pafo 24/03/2015 Scosta il sipario che è dietro al leggio e scopre uno stendardo che riguarda la Rivoluzione e

Διαβάστε περισσότερα

Donne nell antica Grecia L identità tradizionale:

Donne nell antica Grecia L identità tradizionale: Donne nell antica Grecia L identità tradizionale: Il rito matrimoniale Ruoli e compiti nella casa L altra: L etera Un mondo alla rovescia: La città delle donne Le Amazzoni Credits Il rito matrimoniale

Διαβάστε περισσότερα

Una nuova società per una diversa politica. Le riforme di Clistene l Alcmeonide al vaglio delle fonti

Una nuova società per una diversa politica. Le riforme di Clistene l Alcmeonide al vaglio delle fonti Corso di Laurea magistrale in Scienze dell antichità: letterature, storia e archeologia Tesi di Laurea Una nuova società per una diversa politica. Le riforme di Clistene l Alcmeonide al vaglio delle fonti

Διαβάστε περισσότερα

Dal volume Cipro Italia A/R Architettura di Emma Tagliacollo

Dal volume Cipro Italia A/R Architettura di Emma Tagliacollo Ambasciata d'italia Dal volume Cipro Italia A/R Architettura di Emma Tagliacollo Il progetto della mostra di Architettura cipriota ha origine da una serie di interrogativi che nascono dal ruolo che ricopre

Διαβάστε περισσότερα

ATENE, CITTA CHE OSA. LE VESPE DI ARISTOFANE.

ATENE, CITTA CHE OSA. LE VESPE DI ARISTOFANE. ATENE, CITTA CHE OSA. LE VESPE DI ARISTOFANE. Αὖθις δὲ οἱ μὲν καὶ παρὰ δύναμιν τολμηταὶ καὶ παρὰ γνώμην κινδυνευταὶ καὶ τοῖς δεῖνοις εὐέλπιδες (Thuc., I, 70, 3) (Ancora, loro (gli Ateniesi) audaci oltre

Διαβάστε περισσότερα

ΚΟΙΝΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΟΛΩΝ ΤΩΝ ΥΠΟΨΗΦΙΩΝ ΣΤΗΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ

ΚΟΙΝΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΟΛΩΝ ΤΩΝ ΥΠΟΨΗΦΙΩΝ ΣΤΗΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ ΑΡΧΗ ΣΕΛΙΔΑΣ 1 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ, ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΚΑΙ ΑΘΛΗΤΙΣΜΟΥ ΚΕΝΤΡΙΚΗ ΕΠΙΤΡΟΠΗ ΕΙΔΙΚΩΝ ΜΑΘΗΜΑΤΩΝ ΚΟΙΝΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΟΛΩΝ ΤΩΝ ΥΠΟΨΗΦΙΩΝ ΣΤΗΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ Παρασκευή, 21 Ιουνίου 2013 ΟΔΗΓΙΕΣ

Διαβάστε περισσότερα

+ Archimandrita Evangelos Yfantidis

+ Archimandrita Evangelos Yfantidis Aspetti del Magistero Sociale della Chiesa Ortodossa, secondo la dottrina ecclesiastica e l insegnamento di Sua Santità il Patriarca Ecumenico Bartolomeo Discorso durante i lavori della 49 sessione di

Διαβάστε περισσότερα

UNIVERSITÀ CA FOSCARI DI VENEZIA L AGORÀ IN ERODOTO

UNIVERSITÀ CA FOSCARI DI VENEZIA L AGORÀ IN ERODOTO UNIVERSITÀ CA FOSCARI DI VENEZIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di Laurea Magistrale (ordinamento ex D.M. 270/2004) in Scienze dell antichità: letterature, storia e archeologia. Tesi di Laurea L

Διαβάστε περισσότερα

Un Venerabile testimone dei Vangeli secondo Luca e secondo Giovanni: Il Papiro Bodmer XIV-XV (P 75 ) *

Un Venerabile testimone dei Vangeli secondo Luca e secondo Giovanni: Il Papiro Bodmer XIV-XV (P 75 ) * Un Venerabile testimone dei Vangeli secondo Luca e secondo Giovanni: Il Papiro Bodmer XIV-XV (P 75 ) * Il Papiro Bodmer XIV-XV (P 75 ) è arrivato nella Biblioteca Apostolica Vaticana il 22 novembre 2006,

Διαβάστε περισσότερα

STORIA ANTICA E STORIA CLASSICA: IL CASO DELL ORIENTE GRECO-ROMANO

STORIA ANTICA E STORIA CLASSICA: IL CASO DELL ORIENTE GRECO-ROMANO Histos 5 (2011) 107 16 STORIA ANTICA E STORIA CLASSICA: IL CASO DELL ORIENTE GRECO-ROMANO 1 È divenuta oramai una prassi consolidata quella d identificare ed etichettare la storia del Mediterraneo orientale

Διαβάστε περισσότερα

Istruzioni per l uso Οδηγίες χρήσης ΑΤΜΟΣΥΣΤΗΜΑ

Istruzioni per l uso Οδηγίες χρήσης ΑΤΜΟΣΥΣΤΗΜΑ Istruzioni per l uso Οδηγίες χρήσης Sistema stirante ΑΤΜΟΣΥΣΤΗΜΑ Indice - Περιεχόμενα IT Descrizione... 4 Descrizione... 4 Pannello comandi... 4 Ferro di tipo professionale... 4 Ferro di tipo domestico...

Διαβάστε περισσότερα

INDICE. Introduzione... 6

INDICE. Introduzione... 6 INDICE Introduzione... 6 CAPITOLO I: IL POEMA DEL DIGHENÌS AKRITIS... 13 Premessa... 14 1. Le redazioni... 16 1.1. Escorial (E)... 16 1.2. Grottaferrata (G)... 17 1.3. Trebisonda (T), Andros (A e P), Oxford

Διαβάστε περισσότερα

Agazia Scolastico, Epigrammi

Agazia Scolastico, Epigrammi Scuola Dottorale di Ateneo Graduate School Dottorato di ricerca in Italianistica e Filologia Classico-Medievale Ciclo XXVI Anno di discussione 2014 Agazia Scolastico, Epigrammi Introduzione, testo critico

Διαβάστε περισσότερα

3-087-936-53(1) Manuale delle applicazioni del computer. εφαρµογών υπολογιστή. Digital Video Camera Recorder. 2004 Sony Corporation

3-087-936-53(1) Manuale delle applicazioni del computer. εφαρµογών υπολογιστή. Digital Video Camera Recorder. 2004 Sony Corporation 3-087-936-53(1) Manuale delle applicazioni del computer Οδηγός εφαρµογών υπολογιστή IT GR Digital Video Camera Recorder 2004 Sony Corporation Da leggere subito Per utilizzare la videocamera, leggere il

Διαβάστε περισσότερα

Digital Video Camera Recorder

Digital Video Camera Recorder 3-089-914-43 (1) Istruzioni per l uso [IT]/Οδηγίες λειτουργίας [GR] Digital Video Camera Recorder Istruzioni per l uso Prima di utilizzare l apparecchio, leggere attentamente il presente manuale e conservarlo

Διαβάστε περισσότερα

Certificazione di Lingua Italiana

Certificazione di Lingua Italiana ΚΡΑΤΙΚΟ ΠΙΣΤΟΠΟΙΗΤΙΚΟ ΓΛΩΣΣΟΜΑΘΕΙΑΣ Ministero Greco della Pubblica Istruzione e degli Affari Religiosi Certificazione di Lingua Italiana LIVELLO B2 secondo il Consiglio d Europa FASE I comprensione di

Διαβάστε περισσότερα

PREPARANDOSI PER GLI ESAMI A SCUOLA LIVELLO B (B1 & B2) ESAME D ITALIANO LIBRO DELLO STUDENTE

PREPARANDOSI PER GLI ESAMI A SCUOLA LIVELLO B (B1 & B2) ESAME D ITALIANO LIBRO DELLO STUDENTE B PREPARANDOSI PER GLI ESAMI A SCUOLA LIVELLO B (B1 & B2) ESAME D ITALIANO LIBRO DELLO STUDENTE Το έντυπο αυτό εκπαιδευτικό υλικό δημιουργήθηκε στο πλαίσιο της Πράξης «Διαφοροποιημένες και Διαβαθμισμένες

Διαβάστε περισσότερα

SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN STORIA E CRITICA DEI BENI ARTISTICI, MUSICALI E DELLO SPETTACOLO CICLO: XXII

SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN STORIA E CRITICA DEI BENI ARTISTICI, MUSICALI E DELLO SPETTACOLO CICLO: XXII Università degli Studi di Padova Dipartimento di Storia delle Arti Visive e della Musica SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN STORIA E CRITICA DEI BENI ARTISTICI, MUSICALI E DELLO SPETTACOLO CICLO: XXII LE

Διαβάστε περισσότερα

GRANDE E SANTO GIOVEDÌ

GRANDE E SANTO GIOVEDÌ La Grande e Santa Settimana GRANDE E SANTO GIOVEDÌ Ufficio della Passione Sant Atanasio dei Greci Via del Babuino 149 Roma 2014 In memoria di mons. Eleuterio Fortino e di p. Oliviero Raquez O.S.B. UFFICIATURA

Διαβάστε περισσότερα

Sequenza C Traduzione dal testo originale-->greco Nikoletta Litsardaki

Sequenza C Traduzione dal testo originale-->greco Nikoletta Litsardaki Sequenza C Traduzione dal testo originale-->greco Nikoletta Litsardaki 1 Η συσχέτιση ελεύθερου χρόνου και βιβλίου αποκλείει αναγκαστικά αυτή μεταξύ του χρόνου και του βιβλίου. Αναφέρομαι στην ανάγνωση

Διαβάστε περισσότερα

Notizie 32. H Διοίκηση του Ελληνο-Ιταλικού Επιμελητηρίου Θεσσαλονίκης. L Amministrazione della Camera di Commercio Italo-Ellenica di Salonicco

Notizie 32. H Διοίκηση του Ελληνο-Ιταλικού Επιμελητηρίου Θεσσαλονίκης. L Amministrazione della Camera di Commercio Italo-Ellenica di Salonicco Notizie 32 Το παρόν τεύχος τυπώθηκε σε 5.000 τεμ. Del presente numero sono state stampate 5.000 copie Οποιαδήποτε αναδημοσιεύση κειμένων και φωτογραφιών θα πρέπει να γίνεται μόνο με την άδεια του εκδότη.

Διαβάστε περισσότερα

ΣΥΝΔΕΣΜΟΣ ΚΑΘΗΓΗΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗΣ ΓΛΩΣΣΑΣ (ΟΕΛΜΕΚ) ΤΕΥΧΟΣ 3 2011

ΣΥΝΔΕΣΜΟΣ ΚΑΘΗΓΗΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗΣ ΓΛΩΣΣΑΣ (ΟΕΛΜΕΚ) ΤΕΥΧΟΣ 3 2011 ΣΥΝΔΕΣΜΟΣ ΚΑΘΗΓΗΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗΣ ΓΛΩΣΣΑΣ (ΟΕΛΜΕΚ) ΤΕΥΧΟΣ 3 2011 1 Editorial Editorial Μετά από μια μεγάλη απουσία, επιστρέψαμε δυναμικά με καινούρια θέματα και ιδέες. Θα θέλαμε να ευχαριστήσουμε όλους εσάς

Διαβάστε περισσότερα

GIOVANNI DAMASCENO. De fide orthodoxa. B. Kotter INTRODUZIONE, COMMENTO FILOSOFICO, Matteo Andolfo EDIZIONI SAN CLEMENTE STUDIO DOMENICANO BOLOGNA

GIOVANNI DAMASCENO. De fide orthodoxa. B. Kotter INTRODUZIONE, COMMENTO FILOSOFICO, Matteo Andolfo EDIZIONI SAN CLEMENTE STUDIO DOMENICANO BOLOGNA I Talenti 13 GIOVANNI DAMASCENO ESPOSIZIONE DELLA FEDE De fide orthodoxa TESTO CRITICO B. Kotter INTRODUZIONE, COMMENTO FILOSOFICO, BIBLIOGRAFIA, TRADUZIONE E NOTE Matteo Andolfo EDIZIONI SAN CLEMENTE

Διαβάστε περισσότερα

GRANDE E SANTO GIOVEDÌ

GRANDE E SANTO GIOVEDÌ La Grande e Santa Settimana GRANDE E SANTO GIOVEDÌ Ufficio della Passione Sant Atanasio dei Greci Via del Babuino 149 Roma 2014 In memoria di mons. Eleuterio Fortino e di p. Oliviero Raquez O.S.B. UFFICIATURA

Διαβάστε περισσότερα

MAMBRETTI - PAPAMICHAIL

MAMBRETTI - PAPAMICHAIL Notizie 31 Το παρόν τεύχος τυπώθηκε σε 5.000 τεµ. Del presente numero sono state stampate 5.000 copie Οποιαδήποτε αναδηµοσιεύση κειµένων και φωτογραφιών θα πρέπει να γίνεται µόνο µε την άδεια του εκδότη.

Διαβάστε περισσότερα

Istruzioni per l uso della funzione di rete/ Οδηγίες λειτουργίας δικτύου

Istruzioni per l uso della funzione di rete/ Οδηγίες λειτουργίας δικτύου 3-078-154-41 (1) Istruzioni per l uso della funzione di rete/ Οδηγίες λειτουργίας δικτύου 2002 Sony Corporation Marchi di fabbrica Memory Stick e sono marchi registrati di Sony Corporation. I marchi BLUETOOTH

Διαβάστε περισσότερα

Επιστολή. Αγαπητέ μας

Επιστολή. Αγαπητέ μας Επιστολή Αγαπητέ μας Μετά από είκοσι πέντε χρόνια ενασχόλησης με την θεραπεία πόνου και την καθημερινή επαφή με ασθενείς κυρίως της Ορθοπεδικής ειδικότητος έχουμε καταλήξει εις την άποψη ότι αρκετές παθήσεις

Διαβάστε περισσότερα

UNIVERSITÀ CA' FOSCARI VENEZIA. Corso di Laurea magistrale in Scienze dell Antichità: letterature, storia e archeologia

UNIVERSITÀ CA' FOSCARI VENEZIA. Corso di Laurea magistrale in Scienze dell Antichità: letterature, storia e archeologia UNIVERSITÀ CA' FOSCARI VENEZIA Corso di Laurea magistrale in Scienze dell Antichità: letterature, storia e archeologia Due miracoli nella Parafrasi del Vangelo di San Giovanni di Nonno di Panopoli: il

Διαβάστε περισσότερα

3-084-946-52(1) Manuale delle applicazioni del computer. εφαρµογών υπολογιστή. Digital Video Camera Recorder. 2003 Sony Corporation

3-084-946-52(1) Manuale delle applicazioni del computer. εφαρµογών υπολογιστή. Digital Video Camera Recorder. 2003 Sony Corporation 3-084-946-52(1) Manuale delle applicazioni del computer Οδηγός εφαρµογών υπολογιστή IT GR Digital Video Camera Recorder 2003 Sony Corporation Da leggere subito Per utilizzare la videocamera, leggere il

Διαβάστε περισσότερα

MAMBRETTI - PAPAMICHAIL

MAMBRETTI - PAPAMICHAIL Notizie 34 Το παρόν τεύχος τυπώθηκε σε 5.000 τεμ. Del presente numero sono state stampate 5.000 copie Οποιαδήποτε αναδημοσιεύση κειμένων και φωτογραφιών θα πρέπει να γίνεται μόνο με την άδεια του εκδότη.

Διαβάστε περισσότερα

CLAS PREMIUM EVO 24/30/35 CLAS PREMIUM EVO SYSTEM 18/24/35. Manuale d uso per l utente

CLAS PREMIUM EVO 24/30/35 CLAS PREMIUM EVO SYSTEM 18/24/35. Manuale d uso per l utente CLAS PREMIUM EVO Manuale d uso per l utente CALDAIA MURALE ISTANTANEA A CONDENSAZIONE ΕΠΙΤΟΙΧΟΣ ΛΕΒΗΤΑΣ ΣΥΜΠΥΚΝΩΣΗΣ ΑΕΡΙΟΥ CLAS PREMIUM EVO 24/30/35 CLAS PREMIUM EVO SYSTEM 18/24/35 Egregio Signore, desideriamo

Διαβάστε περισσότερα

Manuale delle istruzioni δηγ ς ρήσης

Manuale delle istruzioni δηγ ς ρήσης 2-587-623-42 (1) Digital Video Camera Recorder Manuale delle istruzioni δηγ ς ρήσης IT GR DCR-DVD92E/DVD202E/DVD203E/ DVD403E/DVD602E/DVD653E/ DVD703E/DVD803E 2005 Sony Corporation Da leggere subito Prima

Διαβάστε περισσότερα

Black and White, an innovation in wooden flooring.

Black and White, an innovation in wooden flooring. a m s t e r d a m v i e n n a l o n d o n p a r i s m o s c o w d u b l i n m i l a n c o p e n h a g e n g e n e v a a t h e n s b a r c e l o n a r e y k j a v i c k i e v GB PT ES IT GR Black and White,

Διαβάστε περισσότερα

Verso un approccio cartografico

Verso un approccio cartografico Sede Amministrativa: Università degli Studi di Padova Dipartimento di Scienze del Mondo Antico SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN: Scienze linguistiche, filologiche e letterarie INDIRIZZO: Filologia classica

Διαβάστε περισσότερα

IT - Manuale d uso per l utente EGIS PLUS 24 EGIS PLUS 24 FF EGIS PLUS 24 CF

IT - Manuale d uso per l utente EGIS PLUS 24 EGIS PLUS 24 FF EGIS PLUS 24 CF IT - Manuale d uso per l utente GR EGIS PLUS 24 EGIS PLUS 24 FF EGIS PLUS 24 CF Egregio Signore, desideriamo ringraziarla per aver preferito nel suo acquisto la caldaia di ns. produzione. Siamo certi di

Διαβάστε περισσότερα

Digital Video Camera Recorder

Digital Video Camera Recorder 3-080-368-32( Digital Video Camera Recorder Istruzioni per l uso Prima di usare l apparecchio, leggere attentamente questo manuale e conservarlo per riferimenti futuri. Οδηγίες λειτουργίας Πριν θέσετε

Διαβάστε περισσότερα

IT - Manuale d uso per l utente BS II 24 BS II 24 FF BS II 24 CF

IT - Manuale d uso per l utente BS II 24 BS II 24 FF BS II 24 CF IT - Manuale d uso per l utente BS II 24 BS II 24 FF BS II 24 CF Egregio Signore, desideriamo ringraziarla per aver preferito nel suo acquisto la caldaia di ns. produzione. Siamo certi di averle fornito

Διαβάστε περισσότερα

Πρώτη φορά κουνιέται κάτι ξένο, στο στόµα µου. Marina: E la prima volta che qualcosa di estraneo si muove nella mia bocca.

Πρώτη φορά κουνιέται κάτι ξένο, στο στόµα µου. Marina: E la prima volta che qualcosa di estraneo si muove nella mia bocca. 1 Project: ATTENBERG Original Title: ATTENBERG Director: Athina Rachel Tsangari Translated Title: Attenberg Translator: Caterina Carpinato Language: GREEK Subtitles: 559 Words: 3407 Creation Date: 19.

Διαβάστε περισσότερα

ΟΔΗΓΙΕΣ ΓΙΑ ΤΟΥΣ ΥΠΟΨΗΦΙΟΥΣ KAI ΤΙΣ ΥΠΟΨΗΦΙΕΣ

ΟΔΗΓΙΕΣ ΓΙΑ ΤΟΥΣ ΥΠΟΨΗΦΙΟΥΣ KAI ΤΙΣ ΥΠΟΨΗΦΙΕΣ ΑΡΧΗ ΣΕΛΙ ΑΣ 1 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΚΕΝΤΡΙΚΗ ΕΠΙΤΡΟΠΗ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΕΙΔΙΚΩΝ ΜΑΘΗΜΑΤΩΝ ΕΛΛΗΝΩΝ ΕΞΩΤΕΡΙΚΟΥ ΕΞΕΤΑΣΗ ΤΩΝ ΥΠΟΨΗΦΙΩΝ ΣΤΗΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ 29 Σεπτεμβρίου 2010 ΟΔΗΓΙΕΣ

Διαβάστε περισσότερα

Digital Video Camera Recorder Video Camera Recorder

Digital Video Camera Recorder Video Camera Recorder 3-072-318-51 (2) Digital Video Camera Recorder Video Camera Recorder Istruzioni per l uso Prima di usare l apparecchio, leggere attentamente questo manuale e conservarlo per riferimenti futuri. Οδηγίες

Διαβάστε περισσότερα

Zosi Zografidou Voci italiane in grecia

Zosi Zografidou Voci italiane in grecia A10 Zosi Zografidou Voci italiane in grecia Ιταλικές φωνές στην Ελλάδα Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06)

Διαβάστε περισσότερα

LIVELLO C1 secondo il Consiglio d Europa

LIVELLO C1 secondo il Consiglio d Europa ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙ ΕΙΑΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ, ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΚΑΙ ΑΘΛΗΤΙΣΜΟΥ ΚΡΑΤΙΚΟ ΠΙΣΤΟΠΟΙΗΤΙΚΟ ΓΛΩΣΣΟΜΑΘΕΙΑΣ MINISTERO DELL ISTRUZIONE E DEGLI AFFARI RELIGIOSI, DELLA CULTURA E DELLO SPORT CERTIFICAZIONE DI LINGUA

Διαβάστε περισσότερα

Immaginato, sentimenti ed emozioni nella storiografia tardoantica

Immaginato, sentimenti ed emozioni nella storiografia tardoantica CLAUDIA GIUFFRIDA Immaginato, sentimenti ed emozioni nella storiografia tardoantica A cavallo tra il II e il III secolo d.c., Sesto Empirico, 1 nel suo Adversus Mathematicos, discuteva la tesi dello stoico

Διαβάστε περισσότερα

Digital Video Camera Recorder

Digital Video Camera Recorder 3-076-898-51 (1) Digital Video Camera Recorder Istruzioni per l uso Prima di usare l apparecchio leggere attentamente questo manuale e conservarlo per riferimenti futuri. Οδηγίες Χρήσεως Πριν θέσετε τη

Διαβάστε περισσότερα

ΤΙ ΕΙΝΑΙ ΓΙΑ ΜΕΝΑ Η «ΤΟΠΙΚΗ ΙΣΤΟΡΙΑ»

ΤΙ ΕΙΝΑΙ ΓΙΑ ΜΕΝΑ Η «ΤΟΠΙΚΗ ΙΣΤΟΡΙΑ» ΤΙ ΕΙΝΑΙ ΓΙΑ ΜΕΝΑ Η «ΤΟΠΙΚΗ ΙΣΤΟΡΙΑ» Ο αρχικός τίτλος της παρέµβασής µου ήταν «Γιατί είµαι περήφανος για την ιδιαίτερή µου πατρίδα». Συνειδητοποιώντας όµως πόσα πολλά πράγµατα θα είχα να σας πω, αισθάνθηκα

Διαβάστε περισσότερα

Digital Video Camera Recorder

Digital Video Camera Recorder 3-071-133-51 (1) Digital Video Camera Recorder Istruzioni per l uso Prima di usare l apparecchio, leggere attentamente questo manuale e conservarlo per riferimenti futuri. Οδηγίες λειτουργίας Πριν θέσετε

Διαβάστε περισσότερα

ΕΥΡΙΠΙΔΟΥ ΗΛΕΚΤΡΑ. Dal testo alla scena: Euripide, Elettra. TA TOU DRAMATOS PROSWPA ΑΥΤΟΥΡΓΟΣ ΜΥΚΗΝΑΙΟΣ ΗΛΕΚΤΡΑ ΟΡΕΣΤΗΣ ΠΥΛΑΔΗΣ, ΚΩΦΟΝ ΠΡΟΣΟΠΟΝ ΧΟΡΟΣ

ΕΥΡΙΠΙΔΟΥ ΗΛΕΚΤΡΑ. Dal testo alla scena: Euripide, Elettra. TA TOU DRAMATOS PROSWPA ΑΥΤΟΥΡΓΟΣ ΜΥΚΗΝΑΙΟΣ ΗΛΕΚΤΡΑ ΟΡΕΣΤΗΣ ΠΥΛΑΔΗΣ, ΚΩΦΟΝ ΠΡΟΣΟΠΟΝ ΧΟΡΟΣ ΕΥΡΙΠΙΔΟΥ ΗΛΕΚΤΡΑ TA TOU DRAMATOS PROSWPA ΑΥΤΟΥΡΓΟΣ ΜΥΚΗΝΑΙΟΣ ΗΛΕΚΤΡΑ ΟΡΕΣΤΗΣ ΠΥΛΑΔΗΣ, ΚΩΦΟΝ ΠΡΟΣΟΠΟΝ ΧΟΡΟΣ ΠΡΕΣΒΥΣ ΑΓΓΕΛΟΣ ΚΛΥΤΑΙΜΗΣΤΡΑ ΔΙΟΣΚΟΥΡΟΙ ΑΥΤΟΥΡΓΟΣ Ὦ γῆς παλαιὸν Ἄργος, Ἰνάχου ῥοαί, ὅθεν ποτ

Διαβάστε περισσότερα

Οδηγός Χρήσης Κάµερας

Οδηγός Χρήσης Κάµερας 3-088-340-42(1) Manuale delle istruzioni della videocamera [IT] / Οδηγός Χρήσης Κάµερας [GR] Manuale delle istruzioni della videocamera Da leggere subito Οδηγός Χρήσης Κάµερας ιαβάστε πρώτα αυτό Digital

Διαβάστε περισσότερα

ΟΔΗΓΟΣ ΓΛΩΣΣΙΚΗΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΤΙΚΗΣ ΠΡΟΕΤΟΙΜΑΣΙΑΣ

ΟΔΗΓΟΣ ΓΛΩΣΣΙΚΗΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΤΙΚΗΣ ΠΡΟΕΤΟΙΜΑΣΙΑΣ ΟΔΗΓΟΣ ΓΛΩΣΣΙΚΗΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΤΙΚΗΣ ΠΡΟΕΤΟΙΜΑΣΙΑΣ Εισαγωγή Η Ιταλία καταλαμβάνει έκταση 301.245 Km 2 με πληθυσμό 57.46 εκατομμύρια κατοίκων. Η Ιταλία επηρέασε έντονα την πολιτιστική και κοινωνική ανάπτυξη

Διαβάστε περισσότερα

TRISAR TR 26-36 TRINCIA UNIVERSALE PER VIGNETI E FRUTTETI UNIVERSAL FLAIL MOWER FOR VINEYARDS AND ORCHARDS ΚΑΤΑΣΤΡΟΦΕΑΣ ΓΙΑ ΑΜΠΕΛΩΝΕΣ ΚΑΙ ΟΠΩΡΩΝΕΣ

TRISAR TR 26-36 TRINCIA UNIVERSALE PER VIGNETI E FRUTTETI UNIVERSAL FLAIL MOWER FOR VINEYARDS AND ORCHARDS ΚΑΤΑΣΤΡΟΦΕΑΣ ΓΙΑ ΑΜΠΕΛΩΝΕΣ ΚΑΙ ΟΠΩΡΩΝΕΣ ITA / ENG / ΕΛ TRISAR TR 26-36 TRINCIA UNIVERSALE PER VIGNETI E FRUTTETI UNIVERSAL FLAIL MOWER FOR VINEYARDS AND ORCHARDS ΚΑΤΑΣΤΡΟΦΕΑΣ ΓΙΑ ΑΜΠΕΛΩΝΕΣ ΚΑΙ ΟΠΩΡΩΝΕΣ Design by LUCIANO PEGORARO The Best Technology

Διαβάστε περισσότερα

Istruzioni per l uso Οδηγίες χρήσης RASOIO DEPILATORE. IT pagina 1 ΕΛ σελίδα 12

Istruzioni per l uso Οδηγίες χρήσης RASOIO DEPILATORE. IT pagina 1 ΕΛ σελίδα 12 Istruzioni per l uso Οδηγίες χρήσης RASOIO DEPILATORE IT pagina 1 ΕΛ σελίδα 12 [A] [B1] [B2] [B3] 4 [E] 1 2 1 3 2 5 [C1] [C2] [D1] 3 4 7 6 [D2] [D3] 5 6 8 9 10 Type E1101 IPX5 IN: 3V Battery Battery Ni-MH

Διαβάστε περισσότερα

PERIPHEREIN TON DAIMONA: LA VOCE DEL VENTRILOQUO 1

PERIPHEREIN TON DAIMONA: LA VOCE DEL VENTRILOQUO 1 TOMMASO BRACCINI PERIPHEREIN TON DAIMONA: LA VOCE DEL VENTRILOQUO 1 In una voce non firmata presente nel trentacinquesimo e ultimo volume dell'enciclopedia italiana (1937), la ventriloquia è definita come

Διαβάστε περισσότερα

FIGURE DIVINE DELLA TERRA, DELLA GRANDE MADRE E DI CYBELE NELL'EPICA E NELLA LIRICA GRECA ARCAICA

FIGURE DIVINE DELLA TERRA, DELLA GRANDE MADRE E DI CYBELE NELL'EPICA E NELLA LIRICA GRECA ARCAICA Facoltà di Studi Umanistici Dipartimento di Studi sul Mondo Antico Dottorato in Civiltà e Tradizione Greca e Romana Ciclo XXVI FIGURE DIVINE DELLA TERRA, DELLA GRANDE MADRE E DI CYBELE NELL'EPICA E NELLA

Διαβάστε περισσότερα

Digital Video Camera Recorder

Digital Video Camera Recorder 3-081-415-32(1) Digital Video Camera Recorder Istruzioni per l uso Prima di utilizzare l apparecchio, leggere attentamente il presente manuale e conservarlo per eventuali riferimenti futuri. Οδηγίες Χρήσεως

Διαβάστε περισσότερα

NIAGARA C 25 CF - 25 FF - 30 FF. NIAGARA C Green 25-35. Manuale d'uso per l'utente. Βιβλίο χρήσης για το χρήστη

NIAGARA C 25 CF - 25 FF - 30 FF. NIAGARA C Green 25-35. Manuale d'uso per l'utente. Βιβλίο χρήσης για το χρήστη Manuale d'uso per l'utente Βιβλίο χρήσης για το χρήστη IT GR CALDAIA MURALE A GAS CON ACCUMULO ΕΠΙΤΟΙΧΟΣ ΛΕΒΗΤΑΣ ΣΥΜΠΥΚΝΩΣΗΣ CALDAIA MURALE A GAS A CONDENSAZIONE CON ACCUMULO ΕΠΙΤΟΙΧΟΣ ΛΕΒΗΤΑΣ ΑΕΡΙΟΥ ΣΥΜΠΥΚΝΩΣΗΣ

Διαβάστε περισσότερα

Digital Video Camera Recorder

Digital Video Camera Recorder 3-080-163-32(1) Digital Video Camera Recorder Istruzioni per l uso Prima di usare l apparecchio leggere attentamente questo manuale e conservarlo per riferimenti futuri. Οδηγίες Χρήσεως Πριν θέσετε τη

Διαβάστε περισσότερα

ΥΑΡΑΚΟΠΟΤΛΟ ΥΡΗΣΟ Μ. Αιεμάλδξνπ 49, 66100, Δξάκα Τει & θαμ: 2521021972 www.akademia.gr, e-mail: charakch@otenet.gr

ΥΑΡΑΚΟΠΟΤΛΟ ΥΡΗΣΟ Μ. Αιεμάλδξνπ 49, 66100, Δξάκα Τει & θαμ: 2521021972 www.akademia.gr, e-mail: charakch@otenet.gr ΚΡΙΤΗΡΙΟ ΑΞΙΟΛΟΓΗΣΗΣ Αρχαίων Ελληνικών Γ Γυμναςίου Ενότητεσ: 8-9 Ονοματεπώνυμο:.. Έλα παξάδεηγκα ζεβαζκνύ πξνο ηνπο γνλείο Α. Κείκελν Λέγεηαη γνῦλ ἐλ Σηθειίᾳ (εἰ γὰξ θαὶ κπζωδέζηεξόλ ἐζηηλ, ἀιι ἁξκόζεη

Διαβάστε περισσότερα

Εγχειρίδιο χρήστη. RBC 24 Elite 24 Elite. για τα µοντέλα CE 0694 TA01B156.A0307

Εγχειρίδιο χρήστη. RBC 24 Elite 24 Elite. για τα µοντέλα CE 0694 TA01B156.A0307 Εγχειρίδιο χρήστη για τα µοντέλα RBC 24 Elite RBS 24 Elite Επίτοιχος λέβητας αερίου CE 0694 Documentazione Tecnica RADIANT BRUCIATORI S.p.A. Montelabbate (PU) ITALY ΕΛΛΗΝΙΚΑ Ο ΗΓΙΕΣ & ΡΥΘΜΙΣΕΙΣ ΛΕΒΗΤΑ

Διαβάστε περισσότερα

PREPARANDOSI PER GLI ESAMI AA SCUOLA LIVELLO A (A1 & A2) ESAME D ITALIANO LIBRO DELLO STUDENTE

PREPARANDOSI PER GLI ESAMI AA SCUOLA LIVELLO A (A1 & A2) ESAME D ITALIANO LIBRO DELLO STUDENTE PREPARANDOSI PER GLI ESAMI AA SCUOLA LIVELLO A (A1 & A2) ESAME D ITALIANO LIBRO DELLO STUDENTE Το έντυπο αυτό εκπαιδευτικό υλικό δημιουργήθηκε στο πλαίσιο της Πράξης «Διαφοροποιημένες και Διαβαθμισμένες

Διαβάστε περισσότερα

UNIVERSITÀ CA FOSCARI DI VENEZIA

UNIVERSITÀ CA FOSCARI DI VENEZIA UNIVERSITÀ CA FOSCARI DI VENEZIA Scuola di dottorato in italianistica e filologia classico-medievale Dottorato di ricerca in filologia classico-medievale XXIV ciclo Anno accademico 2010-2011 COMMENTO AL

Διαβάστε περισσότερα

KX-TG9140EX KX-TG9150EX

KX-TG9140EX KX-TG9150EX TG9120_40_50EX(jt-jt).book Page 1 Monday, August 7, 2006 5:38 PM Manuale d uso KX-TG9120 Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica Modello n. KX-TG9120EX KX-TG9140EX KX-TG9150EX Indice/Contenido/Περιεχόµενα

Διαβάστε περισσότερα

Τα δικαιώματά σας I vostri diritti di consumatori ως καταναλωτή

Τα δικαιώματά σας I vostri diritti di consumatori ως καταναλωτή 957354_CONSUMER_IT_p1-24 957352_CONSUMER_GR:Quality 21-06-2007 Environment 08:58 18-07-2007 Pagina 10:28 Pagina 1 Τα δικαιώματά σας I vostri ritti consumatori ως καταναλωτή Come Πώς προασπίζει l Unione

Διαβάστε περισσότερα

Επιπλέον, στον 1o όροφο στεγάζεται η Συλλογή Μεταβυζαντινών Εικόνων και Θρησκευτικών κειμηλίων από το 16ο αιώνα και μεταγενέστερα.

Επιπλέον, στον 1o όροφο στεγάζεται η Συλλογή Μεταβυζαντινών Εικόνων και Θρησκευτικών κειμηλίων από το 16ο αιώνα και μεταγενέστερα. ΔΗΜΟΣΙΑ ΒΙΒΛΙΟΘΗΚΗ ΛΕΥΚΑΔΑΣ Η Δημόσια Βιβλιοθήκη Λευκάδας ιδρύεται το 1953 με προσπάθειες επιφανών Λευκαδίων, όπως ο ιστορικός Πάνος Ροντογιάννης, ο συμβολαιογράφος Τάκης Μαμαλούκας και άλλοι που βρήκαν

Διαβάστε περισσότερα

DCR-HC32E/HC33E/ HC39E/HC42E/HC43E

DCR-HC32E/HC33E/ HC39E/HC42E/HC43E 2-584-907-43 (1) Digital Video Camera Recorder Manuale delle istruzioni δηγ ς ρήσης IT GR DCR-HC32E/HC33E/ HC39E/HC42E/HC43E Printed in Japan 2005 Sony Corporation Da leggere subito 2 Prima di utilizzare

Διαβάστε περισσότερα

Certificazione di Lingua Italiana

Certificazione di Lingua Italiana ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙ ΕΙΑΣ, ΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΚΡΑΤΙΚΟ ΠΙΣΤΟΠΟΙΗΤΙΚΟ ΓΛΩΣΣΟΜΑΘΕΙΑΣ Ministero dell Istruzione, dell Apprendimento Permanente e degli Affari Religiosi Certificazione di Lingua Italiana

Διαβάστε περισσότερα

Anno XII Numero XXIII Giugno 2015

Anno XII Numero XXIII Giugno 2015 Anno XII Numero XXIII Giugno 2015 2003-2015 Rivista online registrata, codice ISSN 2240-5240 Indice articoli: 1. ARTISTI CRETESI DELLA DIASPORA TRA CRETA E BISANZIO (sec. VX-XVI) Massimo Alessandro Bianchi

Διαβάστε περισσότερα

150 ANNI DI UNITA D ITALIA 150 ΧΡΟΝΙΑ ΑΠΟ ΤΗΝ ΕΝΩΣΗ ΤΗΣ ΙΤΑΛΙΑΣ

150 ANNI DI UNITA D ITALIA 150 ΧΡΟΝΙΑ ΑΠΟ ΤΗΝ ΕΝΩΣΗ ΤΗΣ ΙΤΑΛΙΑΣ 37 PUBBLICAZIONE QUADRIMESTRALE 1/2011 ΤΕΤΡΑΜΗΝΙΑΙΑ ΕΚΔΟΣΗ 1/2011 150 ANNI DI UNITA D ITALIA 150 ΧΡΟΝΙΑ ΑΠΟ ΤΗΝ ΕΝΩΣΗ ΤΗΣ ΙΤΑΛΙΑΣ LEONARDO DA VINCI A SALONICCO LEONARDO DA VINCI ΣΤΗ ΘΕΣΣΑΛΟΝΙΚΗ LEONARDO

Διαβάστε περισσότερα

La poesia di Michalis Pierìs a cura di Paola Maria Minucci

La poesia di Michalis Pierìs a cura di Paola Maria Minucci La poesia di Michalis Pierìs a cura di Paola Maria Minucci «Vengo da una patria piccola, dolce ma anche amara, segnata da guerre, distruzioni, esili. Quasi sempre conquistata, occupata e divisa, non ha

Διαβάστε περισσότερα

Digital Video Camera Recorder

Digital Video Camera Recorder 3-074-616-21 (1) Digital Video Camera Recorder Istruzioni per l uso Prima di usare l apparecchio, leggere attentamente questo manuale e conservarlo per riferimenti futuri. Οδηγίες λειτουργίας Πριν θέσετε

Διαβάστε περισσότερα

Γιώργος Ιωάννου, Στου Κεμάλ το σπίτι

Γιώργος Ιωάννου, Στου Κεμάλ το σπίτι Γιώργος Ιωάννου, Στου Κεμάλ το σπίτι «...Δεν ξαναφάνηκε η μαυροφορεμένη εκείνη γυναίκα, που ερχόταν στο κατώφλι μας κάθε χρονιά, την εποχή που γίνονται τα μούρα, ζητώντας με ευγένεια να της δώσουμε λίγο

Διαβάστε περισσότερα

Presentazione progetto Rete fra città gemellate Παρουσίαση σχεδίου «ίκτυο αδελφοποιηµένων πόλεων»

Presentazione progetto Rete fra città gemellate Παρουσίαση σχεδίου «ίκτυο αδελφοποιηµένων πόλεων» simboli araldici a grottesca sulle pareti nella sala del Cavaliere Paolo Guidotti Presentazione progetto Rete fra città gemellate Παρουσίαση σχεδίου «ίκτυο αδελφοποιηµένων πόλεων» grottesche sulla volta

Διαβάστε περισσότερα

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Dipartimento di Archeologia. Centro per lo studio delle antichità ravennati e bizantine Giuseppe Bovini

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Dipartimento di Archeologia. Centro per lo studio delle antichità ravennati e bizantine Giuseppe Bovini Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Dipartimento di Archeologia Centro per lo studio delle antichità ravennati e bizantine Giuseppe Bovini IDEOLOGIA E CULTURA ARTISTICA TRA ADRIATICO E MEDITERRANEO

Διαβάστε περισσότερα

Considerata una delle fonti fondamentali per la storia dell arte bizantina, entrata in

Considerata una delle fonti fondamentali per la storia dell arte bizantina, entrata in Sommario Premessa... I Introduzione... 2 I. L autore e l opera... 5 I.2 La vita... 5 I.2 L opera... 10 II. La descrizione della Chiesa dei Ss. Apostoli a Costantinopoli... 17 II.1 L edificio... 17 II.2

Διαβάστε περισσότερα

Bollettino ITALO-ELLENICO

Bollettino ITALO-ELLENICO Numero 7, Anno 2-2010 Αριθµός 7, Έτος 2-2010 Bollettino ITALO-ELLENICO In calo del 10,1% gli scambi commerciali nei primi nove mesi del 2010 I dati forniti dall Autorità Ellenica di Statistica, relativi

Διαβάστε περισσότερα

Parts 1. Lid 2. Large reamer 3. Small reamer 4. Pulp strainer 5. Jug (500ml capacity) 6. Motor Base 7. Anti drip tap

Parts 1. Lid 2. Large reamer 3. Small reamer 4. Pulp strainer 5. Jug (500ml capacity) 6. Motor Base 7. Anti drip tap CJ750 ENGLISH (Original instructions) Parts 1. Lid 2. Large reamer 3. Small reamer 4. Pulp strainer 5. Jug (500ml capacity) 6. Motor Base 7. Anti drip tap Intended use Your Black & Decker citrus juicer

Διαβάστε περισσότερα

ΠΙΝΑΞ ΠΕΡΙΕΧΟΜΕΝΩΝ INDICE

ΠΙΝΑΞ ΠΕΡΙΕΧΟΜΕΝΩΝ INDICE ΠΙΝΑΞ ΠΕΡΙΕΧΟΜΕΝΩΝ INDICE 3 ΠΙΝΑΞ ΠΕΡΙΕΧΟΜΕΝΩΝ INDICE 5 ΣΕΠΤΟΝ ΠΑΤΡΙΑΡΧΙΚΟΝ ΓΡΑΜΜΑ 7 LETTERA PATRIARCALE 9 ΠΡΟΛΟΓΟΣ 11 PREFAZIONE 13 Δρ. Νικόλαος Π. Μπάρκας, Ἄρχων Ἀκτουάριος M.Χ.Ε., Πρόεδρος τῆς Κοινότητος

Διαβάστε περισσότερα

Istruzioni per l uso. Sommario LLD 8M121 LAVASTOVIGLIE. Scheda prodotto, 2

Istruzioni per l uso. Sommario LLD 8M121 LAVASTOVIGLIE. Scheda prodotto, 2 Istruzioni per l uso LAVASTOVIGLIE IT Italiano, 1 ES Español, 43 EN English,15 PT Português, 57 DE Deutsch, 29 EL Ελληνικά, 71 Sommario Scheda prodotto, 2 Precauzioni e consigli, 3 Sicurezza generale Smaltimento

Διαβάστε περισσότερα

ΚΟΙΝΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΟΛΩΝ ΤΩΝ ΥΠΟΨΗΦΙΩΝ ΣΤΗΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ

ΚΟΙΝΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΟΛΩΝ ΤΩΝ ΥΠΟΨΗΦΙΩΝ ΣΤΗΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ ΑΡΧΗ ΣΕΛΙΔΑΣ 1 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΚΕΝΤΡΙΚΗ ΕΠΙΤΡΟΠΗ ΕΙΔΙΚΩΝ ΜΑΘΗΜΑΤΩΝ ΚΟΙΝΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΟΛΩΝ ΤΩΝ ΥΠΟΨΗΦΙΩΝ ΣΤΗΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ Τετάρτη, 24 Ιουνίου 2015 ΟΔΗΓΙΕΣ ΓΙΑ ΤΟΥΣ ΥΠΟΨΗΦΙΟΥΣ

Διαβάστε περισσότερα

MAMBRETTI - PAPAMICHAIL

MAMBRETTI - PAPAMICHAIL Notizie 33 Το παρόν τεύχος τυπώθηκε σε 5.000 τεμ. Del presente numero sono state stampate 5.000 copie Οποιαδήποτε αναδημοσιεύση κειμένων και φωτογραφιών θα πρέπει να γίνεται μόνο με την άδεια του εκδότη.

Διαβάστε περισσότερα

FHBP 604 4I PW T XS FHBP 603 3I T XS FHBP 803 3I T XS FHFB 302 2I T

FHBP 604 4I PW T XS FHBP 603 3I T XS FHBP 803 3I T XS FHFB 302 2I T FHBP 604 4I PW T XS FHBP 603 3I T XS FHBP 803 3I T XS FHFB 302 2I T Manuale d istruzioni Piano di cottura da incasso Operating and maintenance instruction for hobs Electric hobs Οδηγιες λειτουργιας και

Διαβάστε περισσότερα

Istruzioni per l uso Gebruiksaanwijzing IT (2-23) NL (24-45) PT (46-67) GR (68-91)

Istruzioni per l uso Gebruiksaanwijzing IT (2-23) NL (24-45) PT (46-67) GR (68-91) Istruzioni per l uso Gebruiksaanwijzing Instruções para o uso Οδηγίες χρήσεως CS 330 CS 360 CS 370 CS 400 Prima di usare la macchina, leggere per intero le istruzioni per l uso e accertarsi di averne compreso

Διαβάστε περισσότερα

B1 & B2 secondo il Consiglio d Europa

B1 & B2 secondo il Consiglio d Europa ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ, ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΚΡΑΤΙΚΟ ΠΙΣΤΟΠΟΙΗΤΙΚΟ ΓΛΩΣΣΟΜΑΘΕΙΑΣ MINISTERO DELLA CULTURA, DELL ISTRUZIONE E DEGLI AFFARI RELIGIOSI CERTIFICAZIONE DI LI NGUA ITALIANA LIVELLI B1 & B2

Διαβάστε περισσότερα

Aspetti del comico nel Corpus Lysiacum

Aspetti del comico nel Corpus Lysiacum UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Dottorato di Ricerca in Filologia Greca e Latina Ciclo XXIII Aspetti del comico nel Corpus Lysiacum Coordinatore: Chiar.mo Prof. Giuseppe Gilberto Biondi Tutor: Chiar.mo

Διαβάστε περισσότερα

Γιατί να σπουδάσει κανείς ιταλικά στο Ιταλικό Μορφωτικό Ινστιτούτο Αθηνών;

Γιατί να σπουδάσει κανείς ιταλικά στο Ιταλικό Μορφωτικό Ινστιτούτο Αθηνών; Γιατί να σπουδάσει κανείς ιταλικά στο Ιταλικό Μορφωτικό Ινστιτούτο Αθηνών; Οι μαθητές επιλέγουν το Ινστιτούτο μας για: το ευρύ φάσμα προσφερόμενων Τμημάτων Γλώσσας και Πολιτισμού το διδακτικό προσωπικό

Διαβάστε περισσότερα

A Niccolò. Amore immenso. Linfa vitale. della passione. per la Ricerca

A Niccolò. Amore immenso. Linfa vitale. della passione. per la Ricerca A Niccolò Amore immenso Linfa vitale della passione per la Ricerca *Ringrazio vivamente la prof.ssa Paola Volpe Cacciatore per avermi avviata agli studi plutarchei e l amica dott.ssa Anna Caramico, che

Διαβάστε περισσότερα

ΣΑΒΒΑΤΟ 16/05/2015. «Οι πολλαπλές πτυχές της πέτρας» 09:00π.μ. ΤΕΙ Ιονίων Νήσων Ζάκυνθος. Μια επιστημονική προσέγγιση.

ΣΑΒΒΑΤΟ 16/05/2015. «Οι πολλαπλές πτυχές της πέτρας» 09:00π.μ. ΤΕΙ Ιονίων Νήσων Ζάκυνθος. Μια επιστημονική προσέγγιση. ΣΑΒΒΑΤΟ 16/05/2015 09:00π.μ. ΤΕΙ Ιονίων Νήσων Ζάκυνθος «Οι πολλαπλές πτυχές της πέτρας» Μια επιστημονική προσέγγιση. i V.I.S.: www.visproject.eu - ΠΙΝ/ΠΕΖ: http://pin.gov.gr ΔΗΜΟΣ ΚΕΦΑΛΛΟΝΙΑΣ: www.kefallonia.gov.gr

Διαβάστε περισσότερα

GENUS PREMIUM EVO GENUS PREMIUM EVO 24/30/35 SYSTEM 12/18/24/30/35. Manuale d uso per l utente

GENUS PREMIUM EVO GENUS PREMIUM EVO 24/30/35 SYSTEM 12/18/24/30/35. Manuale d uso per l utente GENUS PREMIUM EVO Manuale d uso per l utente CALDAIA MURALE ISTANTANEA A CONDENSAZIONE ΕΠΙΤΟΙΧΟΣ ΛΕΒΗΤΑΣ ΣΥΜΠΥΚΝΩΣΗΣ ΑΕΡΙΟΥ GENUS PREMIUM EVO 24/30/35 GENUS PREMIUM EVO SYSTEM 12/18/24/30/35 Egregio Signore,

Διαβάστε περισσότερα

Χιόνια στο καµπαναριό

Χιόνια στο καµπαναριό Νικηφόρος Λύτρας : τα κάλαντα Χιόνια στο καµπαναριό Χιόνια στο καµπαναριό που Χριστούγεννα σηµαίνει Χιόνια στο καµπαναριό ξύπνησε όλο το χωριό. Κι όλοι παν στην εκκλησιά τον Χριστό να προσκυνήσουν Κι όλοι

Διαβάστε περισσότερα

Πρόγραμμα τμημάτων ιταλικής γλώσσας Σχολικό έτος 2011/2012

Πρόγραμμα τμημάτων ιταλικής γλώσσας Σχολικό έτος 2011/2012 Πρόγραμμα τμημάτων ιταλικής γλώσσας Σχολικό έτος 2011/2012 Τα προγράμματα των τμημάτων και τα Πτυχία που χορηγεί το Ιταλικό Μορφωτικό Ινστιτούτο Θεσσαλονίκης είναι εγκεκριμένα από το Πανεπιστήμιο του Udine

Διαβάστε περισσότερα

Tucidide, V 100-116. 100 M: Il rischio contro la bassezza e la viltà. 101 A: Smentita e introduzione della legge del più forte.

Tucidide, V 100-116. 100 M: Il rischio contro la bassezza e la viltà. 101 A: Smentita e introduzione della legge del più forte. Tucidide, V 100-116 100 M: Il rischio contro la bassezza e la viltà 101 A: Smentita e introduzione della legge del più forte 102 M: Speranza 103 A: Negazione della speranza come pia illusione 104 M: Pietas

Διαβάστε περισσότερα

Istruzioni per l uso. Sommario LSB 5B019 LAVASTOVIGLIE. Scheda prodotto, 2

Istruzioni per l uso. Sommario LSB 5B019 LAVASTOVIGLIE. Scheda prodotto, 2 Istruzioni per l uso LAVASTOVIGLIE IT EN FR Sommario Italiano, 1 English, 14 Français, 27 Scheda prodotto, 2 EL Ελληνικά, 40 Precauzioni e consigli, 3 Sicurezza generale Smaltimento Risparmiare e rispettare

Διαβάστε περισσότερα

sleep on nature Paul Efmorfidis founder of Coco-Mat

sleep on nature Paul Efmorfidis founder of Coco-Mat 1 2 retail catalogue 2012 1 2 sleep on nature Ο Πυθαγόρας, ο Σωκράτης και ο Πλάτων αναπαύονταν σε αρωματικά φυτά, φύλλα, φύκια, μαλλί, βαμβάκι και απόλαυσαν τη ζωή μέχρι το βαθύ γήρας. Στην COCO-MAT ακολουθούμε

Διαβάστε περισσότερα

Quality. Qualité, source de confiance! Qualità genera fiducia! H Ποιότητα χτίζει την εμπιστοσύνη! MARGARINE FATS OILS CONVENIENCE

Quality. Qualité, source de confiance! Qualità genera fiducia! H Ποιότητα χτίζει την εμπιστοσύνη! MARGARINE FATS OILS CONVENIENCE Quality creates trust! FR IT GR Qualité, source de confiance! Qualità genera fiducia! H Ποιότητα χτίζει την εμπιστοσύνη! MARGARINE FATS OILS CONVENIENCE MARGARINES GRAISSES HUILES PRÉPARATIONS MARGARINA

Διαβάστε περισσότερα

IL SÓPHISMA E L ARTE DELL INGANNO* 1

IL SÓPHISMA E L ARTE DELL INGANNO* 1 IL SÓPHISMA E L ARTE DELL INGANNO* 1 La tragedia dice Gorgia è un inganno, per il quale chi inganna (apatēsas) è più giusto di chi non inganna, e chi è ingannato (apatētheís) è più saggio di chi non si

Διαβάστε περισσότερα

Eργοστάσιο. ΒΙ.ΠΑ Θέρμης - ΤΚ 57001 ΤΘ 60766 Θέρμη - Θεσσαλονίκη Τηλ. 2310 308764 - Fax 2310 311340 - email: guninf@otenet.gr.

Eργοστάσιο. ΒΙ.ΠΑ Θέρμης - ΤΚ 57001 ΤΘ 60766 Θέρμη - Θεσσαλονίκη Τηλ. 2310 308764 - Fax 2310 311340 - email: guninf@otenet.gr. Eργοστάσιο ΒΙ.ΠΑ Θέρμης - ΤΚ 57001 ΤΘ 60766 Θέρμη - Θεσσαλονίκη Τηλ. 2310 308764 - Fax 2310 311340 - email: guninf@otenet.gr Έκθεση Βούλγαρη 50 - ΤΚ 54249 Θεσσαλονικη Τηλ. 2310 327770 - Fax 2310 327978

Διαβάστε περισσότερα